Cabtutela.it
acipocket.it
ferrovieappulolucane.it

“Abbiamo intensificato i controlli di polizia stradale sull’uso corretto dei monopattini”. Lo ha detto il comandante della Polizia Locale di Bari, Michele Palumbo, intervenuto al convegno tenutosi in mattinata al Politecnico di Bari dal titolo “Mobilità, micromobilità e sicurezza stradale tra presente e futuro”.

Solo negli ultimi 4 mesi, ha sottolineato Palumbo “abbiamo contestato circa 700 violazioni di vario tipo per l’uso di questi mezzi”. Dal trasporto del passeggero (vietato) al mancato uso del casco per i minori, sino ad arrivare a quello “classico”, del mancato rispetto del semaforo rosso. Sono solo alcune delle violazioni contestate dalla polizia locale di Bari. Un tema, quello della sicurezza stradale, all’ordine del giorno nelle cronache cittadine, soprattutto per quanto riguarda i monopattini, spesso al centro di dibattiti e polemiche.

“L’argomento su mobilità e micromobilità assume particolare importanza visto quanto accaduto negli ultimi mesi – ha sottolineato Palumbo – Bari, come tante altre città vive il problema dei monopattini. Credo che il fenomeno sia più contenuto rispetto ad altre città più grandi tipo Milano Torino o Roma. Riusciamo a tenere un pochino sotto controllo la situazione. E’ un fenomeno che sicuramente attenzionato” – ha ricordato sottolineando che anche il legislatore, con le ultime proposte di modifiche normative, vuole rimettere mano alla disciplina di questi mezzi.

L’evento, patrocinato da Regione Puglia, Comune di Bari, Politecnico di Bari  e organizzato dall’Aci Bari Bat è stato, di fatto, un momento di studio volto a soffermarsi sulla narrazione attuale, ma anche a trovare, attraverso un confronto costruttivo, risposte concrete per uno sguardo al futuro. Diversi gli interventi sugli  aspetti relativi alla sostenibilità e alle tante domande che ancora oggi sono senza risposta, come ad esempio il fattore inquinamento dei mezzi elettrici che, seppur non abbiano impatto al momento del loro utilizzo, nell’intero ciclo vitale (dunque in fase di costruzione) risultano maggiormente impattanti dei veicoli tradizionali.

“E’ un argomento importante non solo per la città di Bari, ma anche a livello italiano – ha detto Francesco Ranieri, presidente Aci Bari Bat – si tratta di un tema scottante perché c’è una continua evoluzione. Tutti crediamo nella mobilità sostenibile, ma questa deve anche significare sicurezza dei veicoli quindi i monopattini e le biciclette assistite che sono mezzi leggeri che sicuramente hanno snellito il traffico urbano , spesso non sono utilizzati nel rispetto delle norme del codice della strada. L’Aci ha promosso questo convegno e ci tiene tanto che nascano spunti di riflessione che possano essere portati a livello nazionale per modificare l’uso di questi veicoli migliorandoli e adottare dei sistemi di sicurezza sia per coloro che li guidano, sia per gli utenti della strada” – ha sottolineato raccontando anche del fenomeno dell’abbandono dei monopattini, segnalato più volte dai cittadini baresi.

“Spesso vengono lasciati sui marciapiedi creando intralcio ai pedoni e alle persone anziane – ha proseguito – poi ci sono anche le biciclette con la pedalata assistita che non avendo una targa, non essendo assicurati ritengo siano dei mezzi a volte pericolosi. Sono sicuro che il governo adotterà a breve misure tali da consentire un più civile uso di questi mezzi che nel futuro saranno preminenti” – ha concluso. Alle sue parole fanno eco quelle di Maria Grazia De Renzo, direttrice dell’Aci Bari Bat.

“Abbiamo voluto fortemente parlare di questa tematica nella città di Bari che vive un grosso cambiamento  – ha commentato – abbiamo un intersecazione tra mobilità ordinaria e micromobilità ed  è importante parlarne ai fine di migliorare la sicurezza stradale” – ha concluso.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui