lapugliativaccina.regione.puglia.it

Nuovi ambulatori vaccinali e un centro polifunzionale per accogliere i medici di Medicina generale nel PTA di Noci. Approvato il progetto definitivo dei lavori di riqualificazione del presidio territoriale di assistenza della ASL. Si tratta, in particolare, degli interventi principali a cui la ASL Barese ha dato avvio nella giornata di ieri, per portare a termine la riqualificazione del presidio territoriale di assistenza nel comune di Noci.

Il progetto definitivo dei lavori riguarda in particolare l’ala ovest dell’attuale struttura. Obiettivo, realizzare un centro polifunzionale assistenziale destinato ad accogliere i medici di Medicina generale, i Pediatri di Libera scelta, e tutta l’attività di assistenza continua e di prossimità in favore della utenza del territorio. L’opera, per la quale a breve partiranno le procedure di gara per l’affidamento dei lavori, prevede un investimento di circa 640mila euro. Nel progetto rientrano undici studi medici, una zona per attività infermieristica, servizi di segreteria, spogliatoi e una grande sala d’attesa riservata agli assistiti al piano seminterrato della struttura.

“Il progetto di potenziamento del PTA di Noci entra nel vivo – ha spiegato il Direttore generale Antonio Sanguedolce – ed è perfettamente in linea con l’attuale esigenza di potenziare il più possibile l’assistenza territoriale. Centri come quello di Noci rispondono ad un modello di servizi sanitari più vicini alla popolazione che – ha aggiunto Sanguedolce – stiamo sviluppando in diversi altri Comuni per assicurare risposte efficienti e concrete alla domanda di salute del territorio” – ha concluso.

In parallelo dalla ASL, sono stati programmati anche lavori di adeguamento dei locali destinati agli ambulatori del Dipartimento di Prevenzione ubicati all’interno del PTA. A questo proposito sono stati già eseguiti sopralluoghi congiunti con i referenti del Dipartimento per verificare lo stato dei luoghi e per avviare interventi finalizzati a rendere gli ambulatori vaccinali idonei all’attività ambulatoriale specie in questo momento di pandemia. Al momento è stata redatta la relazione tecnica degli interventi da eseguirsi per poi dare seguito alle procedure previste.

“Stiamo seguendo passo dopo passo a fianco della ASL la realizzazione di questo progetto – ha dichiarato invece il sindaco di Noci, Domenico Nisi – che garantirà alla comunità di Noci la possibilità di accedere ad un polo della salute dove saranno erogati servizi a 360 gradi. Siamo soddisfatti del percorso intrapreso – continua il sindaco –  e siamo sicuri che il nostro PTA sarà una struttura all’avanguardia”.

Il PTA di Noci si trova in un punto strategico e serve, oltre a Noci, anche i comuni di Alberobello, Castellana Grotte, Locorotondo e Putignano. Si rivolge pertanto ad un bacino di utenza che supera i 90mila residenti. All’interno ci sono alcuni servizi già attivi: CUP, Cure domiciliari, Continuità assistenziale, Centro prelievi, Postazione 118, Centro vaccinale, Centro riabilitazione ambulatoriale, Trattamenti domiciliari, Consultorio familiare, oltre ai servizi amministratici, come scelta e revoca medico, esenzioni ticket e Ufficio anagrafe assistibili.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui