lapugliativaccina.regione.puglia.it

Bari si prepara per le festività natalizie. Anche quest’anno, nel rispetto delle restrizioni sanitarie che hanno fortemente ridimensionato il programma di iniziative promosse dal Comune di Bari (assessorato alle Culture, assessorato al Welfare e Amgas), a partire da domenica 5 dicembre la città sarà animata da una serie di eventi rivolti ad adulti e bambini per allietare le festività.

Obiettivo, offrire a tutti i cittadini momenti di svago da trascorrere in sicurezza. Per l’occasione, nel tentativo di sostenere le attività commerciali, l’amministrazione, in collaborazione con i cinque Municipi, ha realizzato una serie di allestimenti su strade e piazze in tutti i quartieri della città.

In particolare, un percorso di luce disegna il profilo della muraglia, di corso Vittorio Emanuele e del lungomare di Crollalanza, mentre piazza del Ferrarese ospita il bosco di Natale allestito a cura di Amgas con il grande Albero di Natale. L’accensione dell’Albero di Natale si terrà, come da tradizione, il 6 dicembre. Nel pomeriggio dello stesso giorno si apriranno al pubblico i mercatini di Natale promossi dall’assessorato allo Sviluppo economico e allestiti su via Venezia e in piazza Mercantile.

In centro un tappeto di luci aeree illuminerà le vie dello shopping – via Sparano, via Argiro e via Manzoni – mentre nei diversi quartieri i Municipi stanno procedendo all’allestimento delle luminarie nelle principali strade e piazze. L’8 dicembre in piazza Umberto il Villaggio di Babbo Natale, con i suoi fantastici elfi, apre le porte al pubblico con attività ludiche e ricreative pensate in particolare per i più piccoli e per le loro famiglie: ogni giorno, dalle ore 16 alle 22, si terranno letture, laboratori, proiezioni di film, racconti animati, spettacoli di teatro di figura e tanto altro.

Il sabato e la domenica gli eventi andranno avanti per tutto il giorno, dalle 9 alle 22.  I più piccoli potranno incontrare Babbo Natale tutti i giorni, dall’8 al 24 dicembre. L’inaugurazione del Villaggio di Babbo Natale, nel corso della quale sarà acceso anche l’albero di luminarie artistiche, è in programma mercoledì 8 dicembre alle ore 18. Ospite d’eccezione del Natale a Bari Giovanni Muciaccia, volto storico di “Art Attack”, che venerdì 10 dicembre, alle ore 17, nella sala polivalente dello Stadio San Nicola, terrà uno show / laboratorio dedicato alla creatività per realizzare insieme al pubblico uno dei suoi attacchi d’arte. L’evento è realizzato in collaborazione con SSC Bari.

Per coinvolgere tutta la città nella magia del Natale, l’assessorato al Welfare ha organizzato il calendario del Natale di Comunità, che si apre domenica 5 dicembre, alle ore 17, nel giardino della Biblioteca dei Ragazzi[e], con l’evento per bambini e famiglie “E domani è San Nicola”: incontri, letture e racconti da tutto il mondo, cioccolata calda e biscotti, musiche e live painting con l’illustratrice Daniela Giarratana.

Il programma prevede inoltre una serie di eventi diffusi a cura della rete Bari social Book nei presidi del Welfare (dal 12 dicembre al 6 gennaio), 5 appuntamenti con la tombola di comunità, 4 percorsi di letture inclusive a tema natalizio in collaborazione con l’UICI e FalVision edizioni, per concludersi il 5 gennaio nel giardino della Biblioteca dei Ragazzi[e] con “Il Mistero della Befana”, performance ludico-spettacolare sotto forma di caccia al tesoro con l’attore Enzo Vacca. Il programma è consultabile qui: Natale 2021 – programma Natale di Comunità. L’accesso a tutti gli eventi, gratuito e contingentato, avverrà previa prenotazione al numero 080 9262102 o via mail a natalebibliotecaragazzi@gmail.com.accompagnatori maggiori di 12 anni sarà obbligatoria l’esibizione del green pass.

Per quanto riguarda il programma completo degli appuntamenti del Villaggio di Natale, promosso dall’assessorato alle Culture, è disponibile qui Natale 2021 – programma Villaggio Babbo Natale.  L’accesso a tutti gli eventi, gratuito e contingentato, sarà regolamentato attraverso il modulo di prenotazione a breve disponibile sul sito www.nataleabari.it. “Dopo la sospensione dello scorso anno dovuta all’emergenza sanitaria – ha commentato Ines Pierucci – abbiamo scelto di animare il periodo delle festività con un programma di iniziative gratuite di animazione dedicate in primo luogo ai più piccoli, perché possano tornare a vivere e condividere le emozioni del Natale, pur nel rispetto delle attuali restrizioni. Per quasi un mese il Villaggio allestito in piazza Umberto accoglierà bambini e famiglie con proposte pensate per tutti i gusti. Siamo felici di poter confermare anche lo straordinario appuntamento con la creatività affidato a Giovanni Muciaccia, realizzato in collaborazione con il Bari calcio” – ha concluso. Alle sue parole fanno eco quelle dell’assessore Francesca Bottalico.

“Il nostro obiettivo – ha detto –  è da sempre quello di lavorare per promuovere cittadinanza attiva, relazioni positive e inclusione sociale alla luce degli effetti socio-educativi della pandemia sui bambini e adolescenti, dal mese di novembre e anche per questo Natale, insieme agli spazi del Welfare e alla rete di Bari Social Book, abbiamo scelto di investire in programmi di consolidamento dei presidi territoriali in tutta la città per contrastare la povertà educativa e il rischio di isolamento ed esclusione. Ai bambini e alle bambine, agli adolescenti, ai ragazzi e alle ragazze vogliamo garantire opportunità di apprendimento e di incontro, di scambio, di lavoro e alfabetizzazione emotiva affinché le differenze ma anche le situazioni a rischio possano essere vissute e affrontate in contesti educativi allargati, offendo loro un’occasione di crescita collettiva e individuale” – ha concluso.

“É nostro dovere sostenere le attività economiche che in questo periodo hanno maggiore possibilità di lavorare – ha spiegato infine Carla Palone – per questo, nel rispetto delle restrizioni e con tutte le cautele necessarie, abbiamo scelto di promuovere allestimenti natalizi che possano creare un’atmosfera accogliente in tutta la città. Spazio anche all’artigianato che animerà i mercatini di Natale creando occasioni di commercio e lavoro anche per gli operatori artigiani che in questi anni hanno subito una forte crisi dettata dall’impossibilità di svolgere fiere e sagre itineranti” – ha concluso.

 


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui