aqp.it
lapugliativaccina.regione.puglia.it

Ricco di vitamina B e alleato del fegato, parliamo del baccalà alimento che si ritrova spesso sulle tavole durante le festività natalizie ed è, di fatto, un vero e proprio alleato della salute. Altamente proteico e ricco di vitamine, tra queste quelle del gruppo B (in particolare B1, B3) e B6) il baccalà è un ottimo alleato di fegato e intestino.

Inserirlo n un piano alimentare sano e controllato permette infatti a questi ultimi di lavorare correttamente aiutando il corpo a metabolizzare con cura grassi e proteine. Ma non solo, il baccalà, oltre a contenere 21 grammi di proteine (per ogni 100 grammi), risultando dunque ottimale per gli sportivi, contiene arginina.

Si tratta di un vasodilatatore naturale che aiuta, in particolare, a tenere bassa la pressione arteriosa. Infine, ma non perché meno importante, il baccalà è ricco di Omega 3 (utile per mantenere giovane il cervello) e, inoltre, di lisina, un amminoacido che grazie alle sue proprietà supporta la crescita dei tessuti. Il consiglio è quello di mangiarlo cotto al vapore e al forno, al massimo con poco olio, ma non è il caso del periodo natalizio, in cui il più delle volte viene portato in tavola fritto. Ecco qui due ricette semplici per portarlo in tavola.

BACCALA’ CON OLIVE E SPEZIE

Mettete a rosolare in un tegame dell’aglio con olio d’oliva extravergine. Non appena dorato togliete l’aglio e aggiungete dei pomodorini tagliati a cubetti. Dopo pochissimo unite le olive nere, consigliamo di tagliarle a pezzetti. Ma vanno benissimo anche intere, purché prive del nocciolo. Aggiungete poi delle mandorle tagliate a pezzettini piccolissime, capperi, sale e pepe (quanto basta). Lasciate cuocere per almeno una quindicina di minuti. Nel frattempo tagliate il baccalà a pezzi molto piccoli, meglio striscioline, infarinatelo e friggetelo successivamente in olio d’oliva. Non appena terminata la cottura fate assorbire l’olio. Infine, accendete il grill e infornate il baccalà versandoci su il sugo preparato, del pangrattato e un filo di olio. Basteranno circa 20 minuti a 180 gradi.

BACCALA’ GRATINATO

Pulite con cura il baccalà eliminando le spine, mettetelo poi in una teglia da forno abbastanza alta. A parte frullate circa 250 grammi di mollica di pane. Sempre a parte tritate finemente un ciuffo di prezzemolo con uno spicchio di aglio e distribuitene una parte sul baccalà. Sminuzzate inoltre uvetta, noci e olive nere mescolando infine con la mollica di pane. Aggiungete il composto al baccalà irrorando anche con un bicchiere di vino bianco. Infine, versate un filo di olio e del pangrattato e infornate a 200 gradi per circa 20 minuti. Se di vostro gradimento, a fine cottura, aggiungete delle uova rompendole sul baccalà e aggiungendo su di esse del sale e spezie di vostro gradimento, consigliamo la paprika piccante.

Foto Pixabay

 


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui