aqp.it
lapugliativaccina.regione.puglia.it

La tradizione vuole che non manchino a tavola durante l’ultimo giorno dell’anno. Parliamo delle lenticchie, ricche di proteine e ferro, ma anche sinonimo di fortuna e ricchezza e per questo immancabili a tavola per il cenone di Capodanno.

Le lenticchie, in particolare, sono legumi appartenenti alla famiglia delle leguminose, note per il loro altissimo potere nutritivo. Queste ultime infatti, sono fonte preziosa di vitamine, soprattutto del gruppo B, utili per il corretto funzionamento del sistema nervoso. Ma non solo, le lenticchie sono particolarmente ricche di ferro, fibre e fosforo, questo le rende alleate preziose in casi in cui si abbiano problematiche come stitichezza o arteriosclerosi.

Inoltre, i legumi, in particolare le lenticchie, contengono anche fosforo, folati e potassio, zinco e vitamina C, elementi che le rendono un vero e proprio antiossidante naturale capace di contribuire a proteggere le cellule dallo stress ossidativo, mantenendo inoltre in salute il sistema immunitario. Il consiglio è quello di portarle a tavola più spesso, non solo durante il cenone di Capodanno nel tentativo di avere maggiore fortuna. Ecco qui due ricette semplici e veloci per portarle a tavola:

 POLPETTE DI LENTICCHIE CON SPEZIE

Fate cuocere le lenticchie assieme a una patata portandole a ebollizione. Non appena pronte scolatele e lasciatele raffreddare. In una padella a parte fate rosolare una cipolla, poi, non appena dorata insaporitela con salvia, curry, zafferano e paprika piccante. Aggiungete in una ciotola le lenticchie e la patata mescolando con cura, aggiungete inoltre dell’olio extra vergine di oliva, del pangrattato e del parmigiano grattugiato all’impasto. Una volta pronto, aiutandovi con degli stampi, preparate le polpette aggiungendo in ognuna di esse alcuni pezzettini di formaggio asiago piccante che avrete precedentemente tagliato a pezzettini piccoli. Infine posizionatele su una teglia da forno. Fate cuocere a 180 gradi per 15 minuti circa. In alternativa è possibile friggere le polpette.

COUS COUS DI LENTICCHIE E VERDURE

Cuocete le lenticchie e, a parte, del cous cous (circa 60 grammi a testa) facendo attenzione a non cuocerlo troppo, ma lasciandolo invece al dente. Una volta raffreddati versate entrambi gli ingredienti in una ciotola condendo con ingredienti a piacere. Consigliamo sicuramente olio, pomodorini, tocchetti di formaggio emmenthal, ma anche olive nere, verdi, carote e tonno. E’ possibile, a seconda dei gusti, arricchire il piatto con delle spezie a proprio piacimento. Il cous cous può essere inoltre sostituito anche con farro o quinoa. Si tratta di una pietanza che può essere gustata sia nelle stagioni fredde, sia in quelle più calde. In estate, in particolare, è ottima come insalata salutare da portare con sè durante le escursioni.

 


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui