lapugliativaccina.regione.puglia.it
dona-il-sangue-regione-puglia-it
acquapertutti-aqp

Cumuli di rifiuti e plastica che non vengono rimossi, panchine rotte da settimane e staccionate divelte e mai riparate. In piena estate esplode la rabbia dei residenti di San Girolamo e Fesca che chiedono più attenzione al Comune di Bari per programmare una serie di interventi di manutenzione nell’unica area verde attrezzata della zona.

Il degrado è sotto gli occhi di tutti e ciclicamente viene segnalato sui social network. Ma la risposta dell’amministrazione tarda ad arrivare e sono in molti ad aver perso le speranze: “Qui siamo cittadini di Serie C – raccontano – dove sono i responsabili del bene pubblico urbano? Assistiamo a trattamenti diversi, da un lato al parco 2 Giugno è sempre pulito e curato, anche controllato periodicamente tra alberi e aiuole. Invece alla pineta di San Francesco è un disastro”.

Basta passeggiare per qualche minuto per accorgersi delle lacune. Fin da settembre 2019 le segnalazioni riguardavano problematiche analoghe, in particolare, allora, sempre le radici degli alberi, in prossimità della zona dedicata ai più piccoli, avevano creato dislivelli pericolosi e, inoltre, mancava una manutenzione ordinaria che potesse rendere sicuro.

Dopo anni la situazione non sembra cambiata, in aggiunta, ci sono anche le radici degli alberi tagliati, situati nella zona pic-nic dove, nelle ore più buie, a causa della scarsa visibilità, aumenta notevolmente il rischio di inciampo. C’è plastica sui prati e bottiglie lanciate come se si fosse giocato a chi la fa arrivare più lontano. Lontano dai cestini dell’immondizia. (foto Facebook Vivere ala Voce di San Girolamo – Fesca)


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui