lapugliativaccina.regione.puglia.it
dona-il-sangue-regione-puglia-it
acquapertutti-aqp
È Silvana Sciarra la nuova presidente della Corte costituzionale. È stata eletta dai 15 colleghi che le hanno dato 8 voti, a fronte dei 7 per Daria de Pretis che con il collega Nicolò Zanon avrà il ruolo di vice presidente.
Esperta di diritto del lavoro, per Sciarra ha sicuramente giocato la carta della maggiore anzianità anagrafica, lei 74 anni a fronte dei 66 della collega Daria de Pretis. Sciarra sostituisce il costituzionalista ed ex presidente del consiglio Giuliano Amato. Per la seconda volta la Consulta avrà una presidente donna, dopo l’elezione di Marta Cartabia, che è stata la prima a ricoprire questo ruolo dopo tutte presidenze al maschile, l’11 dicembre 2019.

“L’intera Avvocatura tranese che mi onoro di rappresentare accoglie con entusiasmo ed orgoglio l’elezione della giurista tranese Silvana Sciarra a nuovo Presidente della Corte Costituzionale”. Così il presidente del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Trani, Tullio Bertolino, dopo aver appreso dell’elezione di Silvana Sciarra a capo della Consulta.

“A settembre 2019 – prosegue Bertolino – il Consiglio dell’Ordine accolse nella nostra Biblioteca storica una lectio magistralis di Silvana Sciarra sull’importanza della scuola di formazione forense dedicata agli avvocati. In quella circostanza ne apprezzammo la squisita oratoria, la lucida visione della nostra professione e lo spessore umano e professionale di quella che è stata la prima donna componente della Corte Costituzionale italiana e che ora avrà il compito di succedere a Giuliano Amato nell’incarico di Presidente della Consulta. Siamo certi che porterà a termine questo incarico che la vedrà protagonista sino al prossimo 11 novembre 2023 con successo onorandone il ruolo prestigioso e delicato ad un tempo”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui