lapugliativaccina.regione.puglia.it
aqp-sa-di-futuro

Venerdì 30 settembre, sabato 1 e domenica 2 ottobre torna Puliamo il Mondo, la storica campagna di Legambiente per la sensibilizzazione attiva della corretta gestione dei rifiuti e della promozione dell’economia circolare. L’appuntamento dei tantissimi volontari sarà nelle piazze, nei parchi e in tutti quei luoghi che subiscono l’incuria, l’abbandono o il degrado da parte di cittadini e Istituzioni, affinché siano restituiti alla comunità sotto una luce nuova, puliti, ristabiliti nel decoro e nella fruibilità.

Per un clima di pace è il motto della 30esima edizione della campagna di sensibilizzazione di Legambiente.  “30 anni di Puliamo il Mondo rappresentano un traguardo importante non solo per la nostra associazione, ma soprattutto per le comunità e i territori che ogni anno si rimboccano e danno vita al più importante evento di volontariato, sensibilizzazione e formazione ambientale capace di coinvolgere oltre ogni confine, età e appartenenza. – dichiara Ruggero Ronzulli, presidente di Legambiente Puglia – Oggi più che mai, inoltre, è necessario dimostrare come le comunità siano fautrici di una società che promuove la pace e il rispetto della diversità, rifiutando la guerra, ogni forma di violenza, di odio e discriminazione e soltanto una comunità che sa prendersi cura del proprio territorio può prendersi cura anche degli altri. Ed è quello che dimostrano quotidianamente i nostri circoli e che per questa edizione hanno promosso più di 30 eventi lungo tutta la Puglia”.

Tanti gli appuntamenti nelle città pugliesi da San Giovanni Rotondo a Canosa di Puglia, da Santeramo in Colle a Polignano a Mare, da Ostuni a Conversano, fino a Salve, Brindisi e Taranto. Quest’anno la campagna di Legambiente vedrà la corposa partecipazione di studenti e giovani ragazzi impegnati a curare e recuperare i territori, specialmente negli eventi di Canosa di Puglia, dove i giovani volontari saranno impegnati a ripulire le vie limitrofe alle scuole e le varie strade della città come Corso San Sabino, la Villa Comunale e la zona antistante alla cattedrale, e San Giovanni Rotondo dove circa 350 alunni delle scuole elementari, attraverso una caccia al tesoro alla scoperta delle chiese e del Museo dell’Arte e delle Tradizioni Popolari, ripuliranno le strade del centro storico, per concludere il percorso nella sede del Circolo locale di Legambiente.

Particolare a Melendugno sarà “Puliamo il Buio”, che porrà particolare attenzione a grotte e cavità naturali o artificiali presenti nell’area. Così come a Ostuni tra gli ulivi secolari, e Taranto, nei pressi del lido Azzurro dove si trova il primo parco eolico Offshore del Mediterraneo. Nei giorni successivi si alterneranno altri importanti appuntamenti di pulizia e cura dei territori pugliesi, come quello del 9 ottobre a Conversano dove, nell’ambito del progetto “Tra Laghi e Gravine” finanziato da Fondazione con il Sud nell’ambito del Bando Ambiente 2018, i volontari si ritroveranno presso la Torre di Castiglione della Riserva naturale protetta Laghi di Conversano e Gravina di Monsignore per la cura e la pulizia dell’area.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui