Kung Fu Panda 3 di Alessandro Carloni e Jennifer Yuh – Recensione

788

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=GbusktyJPTw[/youtube]

\r\n

Arriva nei cinema italiani Kung Fu Panda 3, terzo (e conclusivo?) capitolo della saga d’animazione targata DreamWorks con protagonisti il simpatico panda maestro d’arti marziali Po e la sua colorata banda di amici. Il successo indubbio di questo franchise si deve a uno screenplay semplice e vincente, che punta i riflettori sull’animale più tenero e goffo del mondo, ritraendolo in una veste piuttosto insolita, come maestro del Kung Fu, arte di combattimento basata sulla velocità, l’eleganza e la “pulizia” della sua esecuzione.

\r\n

Il primo capitolo della saga fu un indubbio, grandissimo successo, e viene tuttora ricordato come uno dei lungometraggi d’animazione più riusciuti e apprezzabili del XXI Secolo, grazie a una trama vincente e frizzante, ma anche a caratteristiche tecniche all’avanguardia per l’epoca (era il 2008). Il sequel del suddetto fu però parzialmente deludente, proprio per la mancanza delle peculiari caratteristiche che avevano reso il primo film un successo.

\r\n

Giunti al terzo e forse conclusivo step del franchise, siamo felici di manifestare il nostro entusiasmo, scaturito a seguito della visione. Kung Fu Panda 3 è un “cartone animato” ben confezionato, grazie a un attento studio a trecentosessanta gradi del progetto.

\r\n

La trama si apre con il risveglio di un’antica e maligna forza: il guerriero bisonte Kai riesce infatti a fuggire dal mondo degli spiriti, limbo nel quale era stato confinato ben cinquecento anni prima, e minaccia il mondo intero (che in questo caso sembra essere la sola Cina) grazie al suo grande potere, in grado di imprigionare il Chi (la forza vitale che scorre dentro ogni essere vivente) di tutti i maestri del Kung Fu (viventi e non), assoggettando il loro spirito e le loro abilità al suo volere. Nel frattempo, Po, divenuto “Guerriero Dragone” (il gradino più alto nell’arte del Kung Fu) deve riuscire a dimostrarsi adatto al suo nuovo compito. Improvvisamente, però, riappare il suo padre biologico, Li, che lo aveva perduto più di vent’anni prima a causa di un tragico incidente che costò la vita a sua moglie (e madre del piccolo Po). Come sappiamo sin dal primo capitolo della saga, il piccolo panda fu poi trovato e cresciuto dal suo papà adottivo Ping, un’anatra.

\r\n

Po e i suoi amici Shifu, Tigre, Mantide, Scimmia, Vipera e Gru dovranno dunque affrontare una minaccia senza precedenti, mentre il protagonista panda sarà chiamato a (ri)scoprire qual è il suo posto nel mondo, oltre al valore della famiglia e dell’amore, elementi di seminale importanza per ogni essere senziente, e non vincolate unicamente a legami di sangue.

\r\n

A conti fatti, quindi, Kung Fu Panda 3 si dimostra essere un pregevole lungometraggio d’animazione, grazie a una storia completa, fluida e divertente, che affronta temi importanti, come l’appartenenza e la diversità, in maniera molto umana e per nulla politicizzata (come invece qualcuno nel nostro Paese ha cercato di far credere, senza aver visto il film in questione, peraltro), e, contestualmente, capace di entusiasmare e divertire, grazie a una trama leggera e ricca di apprezzabili gag.

\r\n

Grande merito va dunque imputato a una sceneggiatura e una regia vincenti, oltre che a un dipartimento grafico in grado di dar vita ad animazioni moderne, visivamente accattivanti e dinamiche.

\r\n

In conclusione, se un film (qualsiasi film) è in grado di far sorridere e commuovere contemporaneamente è già qualcosa di riuscito, a dispetto di ogni potenziale critica.

\r\n

8932
[table sort=”desc”]\r\nTitolo,Kung Fu Panda 3\r\nRegia,Alessandro Carloni – Jennifer Yuh\r\nSceneggiatura,Jonathan Aibel – Glenn Berger\r\nCast (Doppiaggio Originale),Jack Black – Bryan Cranston – Dustin Hoffman – Angelina Jolie – J.K. Simmons – Jackie Chan – Seth Rogen – Lucy Liu – David Cross – Kate Hudson – James Hong – Randall Duk Kim\r\nGenere,Animazione – Azione – Avventura\r\nDurata,95 minuti\r\nData di Uscita,17 marzo 2016\r\n[/table]

[pro_ad_display_adzone id=”1635″ undefined=””]

ULTIME RECENSIONI

Una stanza con tre grandi finestre è il set a Matera per il film...

È una stanza d'albergo, con tre grandi finestre con vista spettacolare sugli antichi rioni «Sassi», il set in costruzione a Matera - Capitale europea...

Tolo Tolo, il primo gennaio 2020 esce il nuovo film di Checco Zalone

Dopo quattro anni di attesa, il primo gennaio 2020 esce il nuovo film di Luca Medici, in arte Checco Zalone, questa volta per la...

A Gravina arriva James Bond: set con Daniel Craig

James Bond è atteso a Gravina di Puglia - e nel suo habitat rupestre - dove sono cominciati, annuncia il Comune, "i preparativi per...

Nuovo ciak in Puglia: sul set anche la star di Gomorra in “Spaccapietre”

Oggi inizia la seconda settimana di riprese in Puglia del nuovo film di Gianluca e Massimiliano De Serio, "Spaccapietre". Prodotto da La Sarraz Pictures, i protagonisti del...

Bari, al Bifest l’anteprima assoluta de “L’amore a domicilio”: ospite l’attrice Miriam Leone

Sarà presentato in anteprima assoluta, nell'ambito della decima edizione del Bifest - Bari International Film Festival, martedì 30 aprile alle 17, nella sala 1 del Multicinema...
[pro_ad_display_adzone id=”2820″ undefined=””]
© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here