Cabtutela.it
acipocket.it

Come location per l’assemblea hanno scelto la Casa del mutilato. All’interno dell’edificio in largo Fraccacreta più di cento persone si sono riunite per esprimere il loro dissenso al progetto di restyling di via Sparano e presentare nuove idee da portare nei prossimi giorni all’attenzione del Consiglio comunale. Ad organizzare questa assemblea cittadina è stato Spiridione Palumbo, creatore del gruppo facebook “Salviamo via Sparano”.\r\n\r\nIl gruppo, nato un anno e mezzo fa quando iniziarono a circolare le prime foto del restyling, aveva inizialmente solo 50 iscritti. “Poi – racconta Spiridione -, negli ultimi 3 giorni siamo arrivati ad oltre 12 mila persone attive, che nella pagina esprimevano attivamente le loro opinioni in merito al progetto e proponevano modifiche. Allora ho pensato: ‘perché non organizzare un’assemblea cittadina in cui far incontrare tutti i cittadini e discutere insieme come muoverci?”.\r\n\r\nDetto, fatto. L’assemblea è stata organizzata nel pomeriggio e ha visto la partecipazione dei consiglieri comunali Irma Melini e Fabio Romito. “Dopo questa assemblea fonderemo il comitato ‘Salviamo via Sparano’ – racconta Spiridione – e poi organizzeremo dei sit-in per bloccare il progetto. Non possiamo permettere che via Sparano si trasformi in un cimitero con quelle sedute a forma di lapide”.\r\n\r\nAl termine dell’incontro il comitato ha deciso di chiedere ufficialmente con una nota al sindaco Decaro di sospendere la procedura di pubblicazione della gara dell’affidamento dei lavori. “Solo in questa maniera – si legge nel documento – lei non renderà vana la scelta, fatta dal Consiglio comunale e da lei stesso, di ascoltare la sua città su un tema così fondamentale”\r\nLa nota fa riferimento alla seduta del Consiglio comunale dello scorso 20 maggio, quando la minoranza aveva portato all’attenzione del sindaco Decaro il malcontento dei cittadini, ricevendo da lui la promessa di un incontro con i comitati.\r\n\r\nTra i punti del progetto che al futuro comitato proprio non vanno giù ci sono, oltre alla nuova forma delle panchine, anche la completa cementificazione della strada e il poco verde (a cui si aggiunge l’eliminazione delle 24 vasche con palme che saranno piantate in altri giardini della città).\r\n\r\nNon si è fatta attendere la risposta dell’amministrazione comunale alla nota del comitato. “Come abbiamo già spiegato – ha dichiarato l’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso -, daremo ascolto ai cittadini che vorranno fare proposte sul progetto di via Sparano. Come abbiamo sempre fatto, ascolteremo in questi mesi i comitati e le realtà associative cittadine per recepire ulteriori suggerimenti da sottoporre all’attenzione dei progettisti e della Soprintendenza. Allo stesso tempo è opportuno ribadire che, presso le intersezioni con le altre strade, sulla nuova via Sparano il progetto prevede delle vasche con un numero di piantumazioni superiore a quello attualmente presente”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui