Cabtutela.it
aqp.it
ferrovieappulolucane.it

Uno spazio in cui le mamme e i papà possono lavorare tranquillamente, con i bimbi (fino a tre anni) a pochi metri di distanza, curati e seguiti da professionisti. Si chiama Comama ed è il progetto fortemente voluto da Monica Del Vecchio, 37enne, già tra le fondatrici dell’Impact Hub alla Fiera del Levante. “L’esigenza – racconta Monica Del Vecchio – di quando è nata mia figlia Martina è stata proprio il riprendere a lavorare e conciliare i miei tempi da mamma. La vita è diventata un tetris tra le esigenze della piccola, quelle dei miei genitori con corse da una parte all’altra della città”. Da qui l’idea: uno spazio, in pieno centro, all’interno dell’Officina degli esordi in via Crispi (a pochi metri da piazza Garibaldi) dove poter dedicarsi al lavoro e allo stesso tempo avere al fianco i propri bimbi. Nasce così Comama, il primo cooworking pugliese con uno spazio baby, vincitore del bando Mettici le mani della Regione Puglia.

\r\n

L’area sarà aperta da lunedì 6 giugno: qui  mamme e papà potranno occupare la loro postazione in un ufficio condiviso e stimolante a pochi passi dai loro bimbi accuditi da personale specializzato. I costi varieranno in base agli orari: per l’utilizzo delle postazioni da coworking si pagherà tra le 40  e le 150 euro al mese (è aperto dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 19), per lo spazo cobaby tra le 80 e le 240 euro al mese. Tutti coloro che si iscriveranno entro il 3 giugno potranno avere uno sconto del 50 per cento sulle rette di giugno e luglio.

\r\n

Responsabili del Cobaby saranno le educatrici qualificate di Mama Happy. “Non sarà solo un servizio di babysitting – spiegano Valentina Colonna e Simona Di Ruvo – ma un posto dove promuovere attività pedagogiche flessibili e stimolanti: collage, pittura, gioco imitativo e di scoperta, psicomotricità, giardinaggio, manipolazione, travestimenti, musica, costruzioni. Ci adatteremo ovviamente ai piccoli, in base alla loro età”.  Oltre alla saletta ci saranno una palestra e un giardino pensile per laboratori interattivi. Previste anche una zona dedicata all’allattamento e una per riscaldare le pappe o il latte. Per i neogenitori ci sarà la possibilità di usufruire di consulenze psicologiche e pedagogiche.

\r\n

In partnership con Unicef, Comama metterà a disposizione di tutte le mamme, quindi anche di quelle che non faranno parte dello spazio di coworking, un Baby Pit-Stop, ovvero un’area di sosta per allattare e cambiare il pannolino. Un ambiente accogliente e riservato dove la mamma che allatta e benvenuta. Il Baby Pit-Stop sarà  un servizio gratuito.

\r\nAll’inaugurazione ha partecipato l’assessore alle Culture, Silvio Maselli. “Oggi le città sono diventate i luoghi dei servizi, delle opportunità e della socializzazione – spiega Maselli –  noi spesso segreghiamo i nostri figli nelle ludoteche a otto euro all’ora, ora c’è una buona alternativa. Questo è il frutto delle politiche regionali che mi auguro continuino su questa via”.\r\n\r\nAlla giornata di presentazione del servizio hanno preso parte anche sei mamme che hanno raccontato la loro storia, quanto hanno combattuto per conciliare il lavoro e la cura dei figli. Ognuna di loro ha raccontato la sua esperienza:  Cristina Angelillo (MarshmallowGames), Elisa Forte (cittadeibimbi.it),  Mariarita Costanza (Macnil Gruppo Zucchetti),  Mimma Giardino (Madre Natura Bari),  Barbara Vaglio e Luciana Zompì (Zazi).\r\n\r\nIl coworking con i bimbi in pieno centro. Le immagini\r\n\r\n


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui