Cabtutela.it
acipocket.it

\r\n\r\nSpesso si sottovaluta l’importanza e il ruolo fondamentale che svolgono gli accessori su un intero outfit. Spesso ci concentriamo sulla bellezza di un abito e, se qualche volta vogliamo valorizzarlo o semplicemente renderlo diverso, non abbiamo altro da fare che scegliere e concentrarci sugli accessori e sui bijoux giusti da abbinare.\r\n\r\nC’è chi tra di voi possiede l’abilità di creare mise diverse con uno stesso capo solo cambiando scarpe, accessori, come una cintura, oppure prendendo in considerazione la moltitudine di possibilità che ci offrono i gioielli. Una collana, un paio di orecchini o dei bracciali indovinati hanno la capacità di stravolgere l’intero outfit, basta solo renderli protagonisti.\r\n\r\nPer l’estate 2016 le maison hanno puntato su gioielli maxi, importanti, talvolta esagerati, ma che hanno la capacità di canalizzare lo sguardo su di essi. Insomma, non più “solo un accessorio” ma unici veri e propri protagonisti!\r\n\r\n

\r\n\r\nCi hanno proposto creazioni ricche di pietre colorate, dal design ricercato e innovativo. Hanno puntato soprattutto su orecchini imponenti che al primo sguardo possono sembrare invadenti ma che, vi assicuro, sono in grado di “vestire” come un abito. Dal modello strobo proposto da Prada passando a quelli d’inclinazione etnica di Alberta Ferretti o alle cascate gold di Roberto Cavalli, tutti grandi e “ciondolanti”.\r\n\r\nVeniamo alle collane, anche loro protagoniste. Toni squillanti, gold, catene oversize e choker, tanti choker! Ritornate prorompenti dritte dagli anni ’90, si sono riprese con prepotenza un posto di rilievo in queste ultime passerelle.\r\n\r\nPer ultimi, ma non meno importanti, i bracciali. Bangles dalle linee geometriche e pulite, quadrati o rettangolari o dalle forme minimal che, anche se discreti, riescono anche loro a non passare inosservati.\r\n\r\nPrendiamo spunto anche dall’icona fashion Iris Apfel, regina dell’accumulo, per chi vuole osare può giocare con le sovrapposizioni ma, attenzione, che abbiamo comunque un fil rouge! O, ancora, divertiamoci a cercare pezzi interessanti per pochi euro magari in un mercatino rionale. Basta solo abilità, fantasia e tanta, tanta pazienza e vedrete che dopo il risultato sarà impeccabile e altrettanto personale!


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui