Cabtutela.it
acipocket.it
ferrovieappulolucane.it

“Evidentemente c’è qualcuno che prova a speculare su una battaglia che invece dovrebbe avere un unico obiettivo: restituire la dignità perduta e i diritti acquisiti a tanti lavoratori del mondo della scuola. Invece, pur di racimolare un po’ di consenso qua e là e di guadagnare qualche titolo sui quotidiani, si fa di tutto per seminare il seme della discordia fra i docenti, creando, di fatto, docenti di serie A e di serie B.\r\nLa Uil si è battuta dall’inizio per cercare compromessi e soluzioni che non creassero discriminazioni, ma contribuissero a risolvere una situazione che sta penalizzando un’intera categoria di lavoratrici e di lavoratori. Eppure, c’è qualcuno, anche nell’universo sindacale, che ne fa una questione di nastrini, bianchi o rossi che siano, come se l’obiettivo fosse definire il cromatismo sociale e occupazionale e non difendere e rivendicare diritti e tutele. Un atteggiamento che, di fatto, finirà per spaccare il fronte dei lavoratori, a tutto vantaggio di chi, invece, non ha a cuore la condizione di tanti docenti pugliesi e, anzi, l’ha causata con decisioni scellerate.\r\nLe speculazioni le lasciamo volentieri ad altri, noi abbiamo proposto soluzioni concrete, a cominciare dall’aumento degli organici e dall’applicazione del progetto Diritti a Scuola. Inoltre, abbiamo chiesto alla Regione Puglia, che finora ha dimostrato vicinanza politica alla nostra battaglia, di dar vita a una task force, per tutelare i docenti del nostro territorio e per chiamare alle loro responsabilità i parlamentari pugliesi che hanno votato questa legge ingiusta”.\r\n\r\nGianni Verga, Segretario generale della Uil scuola Puglia


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui