Cabtutela.it
acipocket.it
MangAmi

Sono 65 le edicole a rischio chiusura a Bari. Il Comune ha inviato una nota chiedendo ai titolari di produrre la documentazione necessaria per mettersi in regola. Questa mattina l’assessore al patrimonio Vincenzo Brandi ha incontrato i rappresentanti di categoria degli edicolanti del Sinagi – Cgil con cui ha condiviso un percorso comune da intraprendere, insieme alle attività commerciali, per favorire la messa in regola riguardo alle occupazioni di suolo pubblico delle edicole, nel rispetto del nuovo regolamento comunale.\r\nL’incontro è stato utile per chiarire tutte le informazioni in possesso dei commercianti e i numerosi fraintendimenti verificatisi nelle scorse settimane, con la possibilità di risolvere già in questi giorni alcune questioni in sospeso, posto che nei casi di richiesta di proroga delle concessioni già in essere, con l’eccezione di quelli previsti dal regolamento, è possibile utilizzare la procedura semplificata.\r\nNei prossimi giorni l’assessore Brandi, insieme ai rappresentanti di categoria, si è impegnato a raccogliere tutte le istanze degli edicolanti e a verificarne le domande di adeguamento, valutando anche la documentazione già in possesso del Comune e la possibilità di utilizzarla nuovamente, con la manifesta volontà di trovare soluzioni adeguate anche per i casi più complessi.\r\n“Questo è il primo passo di un percorso di collaborazione di cui siamo stati sempre promotori – commenta Vincenzo Brandi – soprattutto nei confronti di chi nella nostra città lavora, e in tanti casi rappresenta un presidio di comunità e di conoscenza, come accade per le edicole in tanti quartieri”.\r\n\r\n


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui