Cabtutela.it

La prossima manovra del Governo. Farà salire il deficit-Pil dal 2 al 2,3% \r\n\r\nLa prossima manovra del Governo (la cosiddetta Finanziaria) sarà di 26,5 mld. : 7 ( in 3 anni) per la riforma delle pensioni, 2 per i contratti della P.A. . 2 per la sanità, terremoto e emigranti  a parte, giovani, taglio Irpef (dal 2018).\r\n\r\nIl piano, però, deve ricevere l’ok della Ue a cui è stata richiesta, questa volta, non più la benedetta e stucchevole flessibilità, ma (incredibile) la comprensione… Ma che, siamo in Chiesa, nel confessionale?\r\n\r\nOvviamente varierà il rapporto deficit-pil: dal 2% al 2,3%. E, conseguentemente, continuerà asalire. Il Paese continuerà a non crescere.\r\n\r\nLa soppressione di Equitalia ha un risvolto. Se ne gioveranno i grande evasori\r\n\r\nCartelle del fisco rottamate sino al 50% del loro valore: è questa la sintesi del provvedimento che il Governo  sta per prendere con la soppressione  di  Equitalia  (le subentrerà l’Agenzia delle Entrate: se non è zuppa è pan bagnato!).\r\n\r\nSi  tratta di 50 mld. di crediti ancora esigibili e di 25 in fase di rateizzazione. Si tratta di multe, Imu, Tasi, Irpef e Iva. Da gennaio,  si potrà pagare (anche in 36 mesi) soltanto l’importo intero dell’evasione più gli interessi per ritardato pagamento. Via tutte le altre voci vessatorie.\r\n\r\nN.B. Tra il 2000 e il 2015 i debiti fiscali cumulati dai contribuenti hanno raggiunto i 1.058 mld.(!). Si prevede  una riscossione di solo 51 mld. (il 5%).  Insomma, siamo di fronte  ad un vero e proprio condono  per chi se n’è fregato di pagare quanto dovuto, come fanno, ogni giorno, milioni di cittadini. Due esempi: Diego Maradona avrà uno sconto del 35% e Fabrizio Corona, pagando, potrà uscire dalla prigione. Al solito, insomma, chi se ne gioverà di più sono i grandi evasori.\r\n\r\nSe non è una manovra elettorale, questa?  Berlusconi, se ci sei batti un colpo!


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui