Cabtutela.it
acipocket.it

Nella notte tra il 26 e il 27 ottobre 1991 i baresi vengono svegliati da un terrificante boato. Tutto trema, le fiamme divampano…il simbolo di Bari brucia sotto gli occhi di tutti, impotenti di fronte alla tragedia che sta ferendo non solo un luogo storico, ma anche il cuore stesso della città. Il rogo, di matrice dolosa, nella notte distrugge quasi totalmente il teatro Petruzzelli, la platea, il palcoscenico. La cupola crolla denudando quel simbolo della cultura inaugurato nel 1903 lasciando spazio solo alle lacrime della famiglia Messeni Nemagna, proprietaria del teatro, e di tutti i cittadini baresi.

\r\n

Un sipario chiuso con il rogo della “Norma” di Bellini, andata in scena la sera prima, e che si riapre diciotto anni dopo sulle note della Nona Sinfonia di Beethoven.

\r\n\r\n\r\n 


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui