Cabtutela.it
acipocket.it

“Boicotta i campioni dell’alternanza”. Lo striscione, esposto davanti al Mc Donalds di via Sparano non lascia spazio a dubbi. A sorreggerlo c’erano un gruppo di ragazzi appartenenti all’Unione degli studenti di Bari, che – indossando maschere da scimmia come nelle ultime manifestazioni – protestavano contro l’ultimo accordo del ministero dell’Istruzione sull’alternanza scuola lavoro.\r\n\r\nAl centro della querelle il provvedimento con cui si permette ai ragazzi di effettuare stage, già durante il periodo scolastico, non solo all’interno della catena di fast food, ma anche in altre aziende come Zara, Fca, Eni e Intesa San Paolo. In totale i posti a disposizione per l’alternanza scuola lavoro sono 27mila. Una scelta che all’Uds non è andata giù.\r\n\r\n”Ci chiediamo – spiega Davide Lavermicocca, coordinatore di Uds Bari – cosa dovremmo imparare da chi è campione dello sfruttamento”. “Questo programma – prosegue – non risponde ad un’idea di alternanza scuola-lavoro di qualità. Le aziende scelte non sono luoghi idonei in cui poter portare avanti questo tipo di esperienza non rispondendo a quei criteri minimi di codice etico come il rispetto delle norme ambientali e il rispetto dei diritti dei lavoratori”.\r\n\r\nL’associazione studentesca oggi sarà di nuovo in piazza per lanciare la campagna nazionale di protesta sui trasporti “#prossimafermata”, che vede presenti anche gli studenti universitari di Link.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui