Cabtutela.it
acipocket.it
ferrovieappulolucane.it

“Seicentomila euro per sta cagata?”. La scritta, a cui seguono parole in dialetto barese e insulti è un attacco diretto all’amministrazione comunale e svetta sul muro giallo del nuovo Urban center all’interno della Caserma Rossani. Da un’altra parte si legge “De Caro Buffone”.\r\n\r\nI responsabili del gesto ancora non si conoscono, ma il sindaco di Bari Antonio Decaro non ha voluto lasciare che il gesto fosse portato avanti nel silenzio. In serata ha postato infatti sul suo profilo Facebook un video, registrato davanti al muro sporcato. “Io buffone? – chiede il sindaco – Se restituire ai cittadini un pezzo di città abbandonato da quasi vent’anni, come la Rossani, significa essere un sindaco buffone allora lo sarò tre volte, perché qui apriremo anche uno dei parchi più grandi della città e il nuovo Polo bibliotecario regionale”.\r\n\r\nIl primo cittadino ha poi specificato che non tutti i cittadini sono vandali, come coloro che hanno sporcato l’Urban center. “I baresi sono forti e  determinati – dichiara in video -, vogliono una città migliore. Io voglio essere come loro”. Poi la promessa di avviare, come previsto, le attività pomeridiane della struttura da mercoledì e di ridipingere il muro con le scritte. E conclude con una battuta, riprendendo il suo cognome scritto sul muro con uno spazio di troppo: “Genio, se proprio mi devi prendere in giro almeno Decaro scrivilo tutto attaccato”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui