Cabtutela.it
acipocket.it
ferrovieappulolucane.it

L’ennesimo avvistamento, le polemiche che crescono miste a rabbia e disprezzo. I topi non piacciono, si sa. Neanche il genio di Walt Disney è riuscito con il ratto – chef a rendere questo animale più simpatico ai tanti. E di certo a giusta causa. Soprattutto perché la presenza dei ratti in questo periodo in città sembra essere cresciuto in modo esponenziale.\r\n\r\n”E’ vero – conferma Enzo Buono veterinario e membro del cda di Amiu – ma accade ogni anno al cambio di stagione. I ratti – prosegue – in questo periodo si separano dalla famiglia in cerca di nuove tane”. E’ questa – secondo Buono – la ragione dei numerosi avvistamenti. “Noi non siamo in grado di quantificare la presenza dei ratti a Bari. Sappiamo per certo – però – che non viviamo uno stato di emergenza”.\r\n\r\n”E’ pronto comunque un ‘piano ratti’ che partirà la prossima settimana”, assicura Buono. Procederemo al posizionamento di erogatori di esche che hanno una doppia funzione: da una parte quella di ridurre la popolazione di topi, dall’altra di censirli. La distribuzione avverà nel perimetro dei parchi e dei giardini comunali. Gli erogatori saranno segnalati anche se ben nascosti per evitare pericoli per i bambini”.\r\n\r\nIn realtà saranno ben occultati anche per un’altra ragione, assai paradossale. “In più di un’occasione – conclude Buono – gli erogatori sono stati rubati”.\r\n\r\n 


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui