Cabtutela.it
acipocket.it

La Fondazione Petruzzelli e il suo Teatro sono elemento identitario non solo della città di Bari, ma dell’intera comunità pugliese. In questi giorni migliaia di studenti di tutta la Puglia hanno partecipato agli spettacoli loro dedicati. Dai dati forniti la Turandot si è rivelata un ennesimo successo di pubblico, con più di 14.000 spettatori paganti.\r\nPer questi motivi la Fondazione va supportata con ogni iniziativa utile. Come quella effettuata dall’onorevole barese Alberto Losacco, PD, il quale ha presentato in commissione Bilancio un emendamento alla Legge di Bilancio 2017 in cui si prevede che gli eventuali esuberi di personale previsti al 31.12.2016 possano essere riassorbiti in ALES SpA, società di proprietà del Ministero dei Beni e Attività Culturali che si occupa principalmente di gestione di spazi museali e loro organizzazione.\r\nIl Partito Democratico della Puglia sostiene con determinazione questa iniziativa, e sarà mia cura portare il problema all’attenzione del presidente Michele Emiliano e della maggioranza di governo.\r\nE’ opportuno che anche la Regione Puglia si faccia carico delle problematiche suddette prevedendo nelle poste di bilancio regionale 2017 un aumento del contributo ordinario, oggi di 2,5 milioni di euro, alla Fondazione Petruzzelli, che non può essere lasciata sola in questo particolare momento di difficoltà. È necessario il contributo di tutti per superarlo.\r\nHo chiesto a tutta la delegazione parlamentare pugliese del PD di sostenere presso il governo le ragioni dell’emendamento presentato da Alberto Losacco, così come non meno importante sarà l’azione che potrà svolgere Antonio Decaro, neo Presidente nazionale ANCI, visto che anche altre tre Fondazioni lirico sinfoniche hanno lo stesso problema di esuberi (Firenze, Verona e Bologna).\r\nLa Fondazione Petruzzelli non può e non deve essere lasciata sola.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui