Cabtutela.it
Aproli

Grattini più economici, pulizia delle strade, maggiore sicurezza, ordinanze antiaccattonaggio e, soprattutto, eventi anche al di fuori del centro storico: queste le proposte per il periodo natalizio – dall’8 dicembre all’8 gennaio – dei consiglieri d’opposizione Fabio Romito, Filippo Melchiorre e Giuseppe Carrieri che saranno sottoposte oggi in Consiglio comunale.

\r\n

Natale non solo a Bari vecchia

\r\n

Le proposte presentate in Consiglio riguardano le zone del primo municipio trascurate dal bando comunale come l’area tra corso Vittorio Emanuele, via Beatillo, via Nicolai, corso Cavour e via Andrea da Bari. L’attenzione dell’opposizione si è rivolta anche alla rivalutazione di via Manzoni e delle piazze o vie principali di ognuno dei quattro municipi, ovvero tutte quelle zone strategiche per il commercio cittadino, attualmente in crisi, che durante il periodo natalizio realizzano circa un quinto del fatturato annuale. “Bari è una città la cui economia poggia in maniera importante  sul commercio – sottolinea Melchiorre – per questo pretendiamo che alle aree dello shopping siano garantiti decoro e sicurezza”.

\r\n

“Il 5 e 6 dicembre arriverà a Bari il patriarca della Chiesa ortodossa Bartolomeo – spiega Romito – proponiamo anche degli eventi per quell’occasione, magari sulla figura di San Nicola, data l’attenzione mediatica che ci sarà a Bari in quei giorni”.

\r\n

Parcheggiare in centro

\r\n

L’elenco di proposte redatto dai consiglieri dell’opposizione si rivolge principalmente al rilancio delle vie storiche dello shopping cittadino durante le feste. Si parte dal parcheggio, le cui tariffe dovrebbero essere abbassate a 50 centesimi orari nelle aree a pagamento del primo municipio. Inoltre, propone Melchiorre, bisognerebbe evitare di penalizzare con multe pesanti chi lascia la macchina in sosta oltre l’orario indicato dal grattino e chiedergli solamente la differenza, lasciandogli la possibilità di pagare anche successivamente per l’intera sosta: spesso accade che i clienti rinuncino all’acquisto per il poco tempo a disposizione e questo non fa che penalizzare ulteriormente i commercianti. Non è stato trascurato, infine, il servizio di bus navetta “park & ride”, per il quale è stato proposto il costo straordinario di 50 centesimi, oltre  all’incremento delle corse per evitare l’affollamento di macchine nel centro della città.

\r\n

Il decoro delle vie dello shopping

\r\n

Per garantire sicurezza e decoro nelle vie dello shopping, Melchiorre, Carrieri e Romito auspicano anche una presenza maggiore della polizia: i turni indicati sulla proposta vanno dalle 10 alle 13.30 e dalle 17.30 alle 20.30, secondo quelli che sono i flussi maggiori del commercio. Si richiede, inoltre, l’emissione di un’ordinanza sindacale contro l’accattonaggio – soprattutto quello che riguarda lo sfruttamento dei minori – nelle aree dello shopping. Insieme alla sicurezza, la pulizia con l’invito all’Amiu a spazzare strade e piazze e a svuotare i cestini almeno tre volte al giorno.

\r\n

Eventi e informazione

\r\n

Non solo pulizia, sicurezza e viabilità ma anche musica, per attirare sempre più gente nelle vie del commercio cittadino: si propone tre volte alla settimana – i martedì, giovedì e sabato – di realizzare dei flash mob e dei concerti itineranti di musica sinfonica in collaborazione con l’orchestra della città metropolitana. Tutti questi servizi dovranno infine essere adeguatamente comunicati alla cittadinanza tramite spot radiofonici trasmessi dalle emittenti locali.

\r\n

“Questo è il nostro regalo alla città di Bari, un contributo per smuovere la situazione stagnante del commercio cittadino. – concludono i consiglieri – speriamo che il sindaco non rimanga, ancora una volta, in silenzio”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui