Il pm della Procura di Bari Fabio Buquicchio ha chiesto 11 condanne a pene comprese fra i 12 e i 3 anni di carcere per altrettanti presunti componenti di una associazione per delinquere accusata di rapine ai tir con sequestro di persona.\r\n\r\nSei i colpi che sarebbero stati messi a segno dalla banda fra settembre e ottobre 2015 per un bottino complessivo di oltre 300mila euro. Stando alla ricostruzione fatta dai Carabinieri, il gruppo organizzava assalti armati ai camion in transito sulle arterie della provincia di Bari con tecniche paramilitari: armi, macchine modificate e blindate, inibitori di frequenze e chiodi per la fuga. I componenti della banda, secondo l’accusa, affiancavano i tir con auto rubate sottoposte a blindatura artigianale, costringevano gli autisti a fermarsi, li sequestravano e imbavagliavano e poi li abbandonavano nelle campagne.\r\n\r\nAi vertici dell’organizzazione, stando alle indagini dei carabinieri, c’erano due presunti affiliati al clan Parisi: Giuseppe Scorcia, di 58 anni, e Michele Genchi, di 48 anni, per i quali il pm ha chiesto le condanne più alte a 12 anni di reclusione. Tra gli imputati anche una donna, che avrebbe avuto il compito di ‘palo’ durante le fasi di trasferimento della merce rubata. Le indagini hanno portato nel maggio scorso all’arresto di otto degli odierni imputati. Le richieste di condanna sono state avanzate nell’ambito del processo con rito abbreviato che si sta celebrando dinanzi al gup del Tribunale di Bari Alessandra Susca.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here