Cabtutela.it
acipocket.it
ferrovieappulolucane.it

Via libera dalla giunta al progetto definitivo del parco della Rossani, redatto dallo studio dell’archistar Massimiliano Fuksas con le modifiche delle associazioni e dei cittadini.

\r\n

Il progetto

\r\n

L’intervento, per un importo di 1 milione 700 mila euro, ha previsto la contestuale adozione di una variante poiché una porzione delle aree incluse nel progetto del parco, è ancora destinata a viabilità e deve invece essere modificata a verde pubblico, passaggio che dovrà avvenire in Consiglio. Dopo l’ok si procederà alla progettazione esecutiva, che si prevede di completare in soli trenta giorni, e alla successiva indizione della gara per la realizzazione dei lavori. Il cantiere, salvo intoppi, potrà essere aperto già per il 2017.

\r\n

All’interno del nuovo parco sono previste aree per orti urbani, una piazza centrale con trenta panchine, wifi, uno skatepark da 200 metri quadrati, un campo per il basket, area gioco per bimbi e attività ginniche, percorsi cicolopedonali. Ci saranno undici accessi al parco e saranno eliminati i muri, sostituiti da recinzioni trasparenti.

\r\n

Nessun nuovo edificio sarà realizzato all’interno, anche i bagni saranno spostati dentro l’Urban center. Saranno rimosse le tribune esterne esistenti, saranno aumentati gli aberi (164 nuove piante) oltre ad arbusti vari e alla posa in opera di un manto erboso di 4400 metri quadrati e installati nuovi lampioni.

\r\n

È prevista la demolizione di oltre il 25 per cento della superficie della piastra in cemento armato esistente, mentre l’area restante sarà trasformata in base utile ad attività multifunzionali ludiche e sportive. Non mancherà un impianto di videosorveglianza.

\r\n“Abbiamo migliorato questo progetto rispetto alle soluzioni iniziali elaborate in fase di progettazione preliminare – sottolinea l’assessore ai Lavori pubblici, Giuseppe Galasso -. Il nuovo parco, centralissimo e strategico per la vicinanza con la stazione e con il futuro polo bibliotecario, sarà molto visibile dall’esterno grazie all’abbattimento dell’attuale muro che lo separa da via De Bellis, nonché raggiungibile da diversi accessi, due dei quali su via Giulio Petroni, che potremo realizzare grazie a un trasferimento di proprietà di piccole porzioni di aree demaniali che stiamo perfezionando con il ministero della Difesa, uno da largo Sorrentino, tre da corso Benedetto Croce e altri da via De Bellis”.\r\n

“Si tratta di un altro importante passo avanti nella direzione della realizzazione del grande Parco urbano nell’area della ex caserma Rossani – commenta l’assessora all’Urbanistica Carla Tedesco – che trasformerà 8 ettari nel cuore della città in un’area destinata ad attività culturali, sociali, ludico-ricreative, al dialogo tra amministrazione e cittadini ”.

\r\n

L’apertura da via Gargasole

\r\n

La giunta ha approvato anche il progetto esecutivo dell’intervento programmato sulla recinzione della ex Caserma Rossani, in via Gargasole (lato sud). Si tratta di lavori urgenti, dell’importo complessivo di 110mila euro, che consentiranno di creare un’apertura, un varco pedonale e carrabile nel muro di via Garagasole, per l’accesso a quella porzione della ex caserma Rossani, ossia un’area verde di circa 4000 metri quadrati.

\r\n

I lavori consisteranno nella rimozione del vecchio muro (autorizzata dalla Soprintendenza), che verrà parzialmente demolito e abbassato fino all’altezza di un metro, mentre nella parte superiore del muro verrà montata una recinzione. L’intervento prevede inoltre la realizzazione di due cancelli, uno pedonale e uno carrabile, il primo dotato anche di rampa d’acceso per disabili, il secondo, della larghezza di tre metri, necessario a permettere anche l’eventuale accesso di mezzi a motore. Il muro oggetto degli interventi è lungo quasi 100 metri, l’intera area sarà perimetrata e separata dalla restante parte mediante una recinzione a pannelli analoga a quella presente all’interno del parcheggio della Rossani.

\r\n 


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui