Cabtutela.it
acipocket.it

Dopo l’albero del riciclo, torna a Triggiano la sensibilizzazione dei più piccoli alla raccolta differenziata con “I giochi del riciclo”, domenica prossima, 29 gennaio, a Parco Nassirya, dalle 9.30 alle 13.30. L’evento, organizzato dal Comune di Triggiano e da ERCAV, società che qui si occupa del servizio di igiene urbana, è il primo di quattro appuntamenti domenicali in diverse aree verdi della città per promuovere le buone pratiche del riciclo e sensibilizzare grandi e piccini al rispetto dell’ambiente.

Operatori ecologici, educatori, promotori e hostess animeranno l’info point green con attività eco-green come il workshop IL RICICLO CREATIVO, l’eco quiz VINCI UN GADGET, il laboratorio COLORAMI e la gara di riciclo IL RIFIUTO DOVE LO BUTTO? I bambini impareranno come è facile trasformare vecchie bottiglie del latte in birilli o scatole in latta di pelati e conserve in canestri da mini basket. Obiettivo: insegnare ai bambini a realizzare giochi di gruppo con materiali in disuso, promuovendo quindi la riduzione della quantità di rifiuti da smaltire a vantaggio di un recupero intelligente di materiali che possono essere dapprima riusati e poi riciclati.

L’evento conta sulla collaborazione della polizia municipale, nella persona del comandante Domenico Pignataro, ed è stato fortemente voluto dall’assessore comunale ad ambiente ed ecologia Daniele Volpe, che ha dichiarato: “Dopo il grande successo di partecipazione delle famiglie triggianesi alla costruzione del primo albero del riciclo in occasione del Natale, continuano con il nuovo anno le iniziative per sensibilizzare la cittadinanza alla differenziata. Abbiamo pianificato un calendario di eventi con cadenza mensile nei principali parchi e luoghi di aggregazione del paese. Vogliamo che i bambini tornino a familiarizzare con la natura e con i propri coetanei in giochi di gruppo”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui