Cabtutela.it
acipocket.it

Info point per i turisti, gadget e interventi contro la desertificazione: il Comune è pronto a rilanciare il commercio a partire dai quartieri Murat, Carrassi e Libertà, con un focus su via Manzoni. Questo l’obiettivo del protocollo “I distretti urbani del commercio” (Duc), siglato ieri mattina, 9 febbraio, tra Regione Puglia, Comune di Bari, Confcommercio e Confesercenti. Coinvolte in primo piano nell’impresa – più volte sollecitata dai commercianti baresi – l’assessore allo Sviluppo economico regionale Loredana Capone e la sua collega al Comune, Carla Palone.

Il rilancio sarà gestito dai quattro enti coinvolti con un’azione coordinata: la Regione si impegna a finanziare tramite bando la fase di progettazione e, una volta assegnati gli appalti, il Comune gestirà le risorse economiche messe a disposizione e curerà la parte amministrativa con il supporto dei Centri di assistenza tecnica autorizzati dalla Regione. Confcommercio e Confesercenti, infine, coinvolgeranno gli associati, organizzando eventi e attività di formazione delle imprese.

Gli obiettivi dell’accordo

In primo luogo si punterà a migliorare le strade del commercio anche attraverso lo sviluppo di punti di accoglienza per i turisti: per fare ciò si realizzeranno “spazi, oggetti e prodotti creativi” in grado di attrarre i visitatori anche nelle zone tradizionalmente non coinvolte negli itinerari turistici.

Altro obiettivo, contrastare la desertificazione dei centri storici e valorizzare le associazioni di imprese già esistenti e i mercati su aree pubbliche. Per aggiornare le strategie comerciali anche nelle strade storiche dello shopping, sarà favorita l’innovazione tecnologica con l’e-commerce e sistemi di sicurezza di ultima generazione. Uno sguardo è rivolto anche all’ambiente e ai suoi cittadini: saranno agevolati, infatti, tutti quei progetti che valorizzeranno le risorse naturali del posto e che promuoveranno la riqualificazione professionale di chi già lavora nelle aree interessate.

Carrassi, Libertà e Murat

“Dopo l’esperienza pilota condotta nella ex Manifattura dei Tabacchi – commenta Carla Palone – siamo pronti a lavorare sul quartiere Libertà, con un focus su via Manzoni, come pure su Carrassi, dove esiste un tessuto commerciale che soffre da tempo gli effetti di una crisi generalizzata, ma che ha idee e bisogni chiari. Libertà, Carrassi e Murat sono i primi tre quartieri sui quali proporremo l’attuazione dei Duc per dare un sostegno concreto alle attività esistenti, con l’obiettivo di incentivare i commercianti, anche attraverso i fondi disponibili, a lavorare insieme per un progetto che guardi allo sviluppo di una intera zona commerciale. Le azioni per il rilancio del commercio e del tessuto economico e urbano dei quartieri di riferimento andranno dalla riqualificazione degli spazi pubblici alla programmazione di eventi per animare le strade, a interventi tesi a conciliare l’apertura dei negozi con i tempi della città e le esigenze dei turisti, al fine di valorizzare il commercio e le piccole produzioni artigiane della nostra città”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui