Cabtutela.it
acipocket.it

Sarà un corteo storico che seguirà l’idea dello scorso anno, che ha raccolto consensi tra i baresi. Torneranno i danzatori volanti della compagnia di Elisa Barucchieri e il villaggio medievale tra i vicoli del centro storico. Il Comune ha pubblicato il bando per l’edizione 2017. L’importo complessivo della gara, che si svolgerà con aggiudicazione a favore dell’offerta economicamente più vantaggiosa, ammonta a 120 mila euro e le domande dovranno essere inviate entro le 12 del 14 marzo.

Saranno tre gli eventi in programma: la rievocazione dello sbarco dei marinai il giorno prima del corteo con l’allestimento di un villaggio medievale a Bari Vecchia; la processione con il quadro del Santo da baia San Giorgio e il corteo vero e proprio la sera del 7 maggio. La processione rievocativa prevederà una scansione a tappe che dovrà essere dettagliata all’interno della proposta artistica. Dovranno essere almeno 400 i figuranti da utilizzare.

“Abbiamo predisposto una procedura di gara sulla scia dell’esperienza dello scorso anno – commenta l’assessore alle Culture Silvio Maselli – che ci consentirà di selezionare il miglior progetto artistico per offrire ai baresi e alle migliaia di turisti che arriveranno a Bari il più suggestivo e coinvolgente corteo storico possibile. Abbiamo cercato di migliorare gli aspetti che nel passato si sono rivelati critici e di valorizzare invece gli elementi che il pubblico ha maggiormente apprezzato e da cui si è sentito coinvolto. Nelle prossime settimane, infatti, i nostri uffici lavoreranno alle procedure per affidare alla compagnia di danza aerea di Elisa Barucchieri il compito di tornare a stupire i baresi e accompagnare il corteo storico con uno nuovo spettacolo nello spettacolo. Così facendo, mondo terreno e mondo etereo torneranno protagonisti anche in questa edizione per incantare il pubblico di uno degli eventi più attesi dell’anno e, soprattutto, la manifestazione più amata dai baresi”.

Come richiesto dal bando, i soggetti partecipanti dovranno produrre anche un piano per la comunicazione integrata da allegare all’offerta tecnica che preveda l’ideazione, la realizzazione e la distribuzione di materiali di comunicazione (brochure, locandine, manifesti, totem) in lingua italiana e inglese. Per i partecipanti è prevista anche la possibilità di ricorrere al finanziamento di privati.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui