Fa tappa in Puglia la quarta edizione di “Una vita da social” con #unaparolaeunbacio, presentata a Roma lo scorso 5 febbraio alla presenza della presidente della Camera On. Laura Boldrini. L’evento di lancio del progetto fu accompagnato dalla proiezione del docufilm #cuoriconnessi all’interno della Sala della Lupa di Montecitorio.

La campagna educativa itinerante della Polizia di Stato sui temi dei social network, del cyberbullismo, dell’adescamento online e sull’importanza della sicurezza della privacy, sosterà in circa 45 città sul territorio nazionale ed europeo.

“Il 29 marzo saremo a Bisceglie in p.zza Vittorio Emanuele, il 30 marzo a Brindisi in Viale Regina Margherita, adiacenze ufficio Dogana, il 31 marzo a Taranto sul Lungomare Vittorio Emanuele nei pressi della Rotonda. Queste le tappe in Puglia di UNA VITA DA SOCIAL” annuncia il dirigente del Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni Puglia, Dott.ssa Maria Letizia La Selva. “Incontreremo i ragazzi a bordo del nostro Truck, insieme a docenti e genitori, per parlare dei pericoli della rete”.

Anche big del mondo dello spettacolo saranno virtualmente presenti, con video-messaggi diretti ai giovani. Il progetto si inquadra nell’ambito della più importante e imponente campagna educativa itinerante realizzata dalla Polizia Postale e delle Comunicazioni, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e con il Patrocinio dell’Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza, nell’ambito delle iniziative di sensibilizzazione e prevenzione dei rischi e pericoli della Rete per i minori.

Un’iniziativa al passo con i tempi e con le nuove generazioni, che nel corso delle tre edizioni precedenti ha raccolto un grande consenso: gli operatori della Specialità hanno incontrato oltre 1 milione di studenti sia nelle piazze che nelle scuole, 106.125 genitori, 59.451 insegnanti per un totale di 8.548 Istituti scolastici, 30.000 km percorsi e 150 città raggiunte sul territorio e una pagina Facebook con 108.000 like e 12 milioni di utenti mensili sui temi della sicurezza online.

L’obiettivo dell’iniziativa è quello di prevenire episodi di violenza, prevaricazione, diffamazione, molestie online attraverso un’opera di responsabilizzazione in merito all’uso della “parola”. Gli studenti potranno lanciare il loro messaggio positivo attraverso un diario di bordo 2.0.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here