Inaugurata a nella villa comunale di Casamassima la nuova area per bambini. All’evento di giovedì 30 marzo sono intervenuti il sindaco Vito Cessa, i bambini delle scuole elementari Guglielmo Marconi e Gianni Rodari e un’ospite d’eccezione: la Fata Smemorina, il personaggio tratto dalla favola di Cenerentola presentato dalla compagnia “DanzAttori Puglia”.
Lo spazio giostrine, per il quale il Comune ha investito 36mila euro, dispone di uno scivolo, due altalene e altri giochi, è accessibile anche ai bimbi diversamente abili ed è fornito di tappeto antitrauma. L’intero perimetro dell’area è recintato e costantemente controllato da telecamere di videosorveglianza.
Durante la cerimonia di inaugurazione il sindaco Vito Cessa ha consegnato, in maniera simbolica, le chiavi della porta di accesso alle giostrine a uno scolaro, in rappresentanza di tutti i bambini casamassimesi. “Abbiamo finalmente inaugurato – ha detto il primo cittadino Cessa – le giostrine all’interno della villa comunale. Sin dal momento del mio insediamento ho aspettato questo giorno, frutto di lavoro e di una precisa volontà politica: quella per la quale la villa non dovesse essere più un luogo spoglio e abbandonato, ma uno spazio da restituire alla città”.

“Questo spazio è per i bimbi – continua il sindaco – ma rappresenta un patrimonio di tutti, che noi amministratori vogliamo custodire: non a caso abbiamo fatto realizzare la recinzione e abbiamo attivato la videosorveglianza. Dico agli adulti di sorvegliare sempre questo spazio, e di segnalare qualsiasi anomalia alla polizia municipale, alla quale ho richiesto un controllo costante della zona. Soprattutto, però, invito tutti i miei concittadini a viverla la villa, non solo per i bimbi, ma per noi stessi”.

Bif&st 2019 Bari
© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...

1 COMMENTO

  1. Le giostrine sono posizionate sul terreno sconnesso, infatti ieri piu’ bambini sono caduti, di cui uno sbattendo la testa sul bordo del cemento base della rete di recinzione, lungo la quale e’ stato lasciato un solco con dislivello. Tutt’attorno vi e’ la sabbia e ghiaino, che non si usa piu’ da decenni e non tappeto anti trauma. E non vi e’ la benche’ minima misura ad uso dei diversamente abili, anzi le giostrine sono fornite di scale a pioli molto ripide, che anche per i bambini piu’ piccoli sono pericolosissime! Prima di scrivere gli articolo, fate un sopralluogo!

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here