Cabtutela.it
Aproli

La notizia è freschissima: 2Broke Girls chiude i battenti. Sembra ieri, ma sono passate ben sei stagioni da quando la rampolla di Manhattan Caroline Channing (Beth Behrs) è caduta in disgrazia e ha incontrato per sua – e nostra – fortuna la formosa e irriverente Max Black (Kat Dennings). Da allora, le due ragazze ne hanno fatta di strada, arrivando a conquistare il pubblico di tutto il mondo. Tuttavia, le loro avventure non sopravviveranno alla sesta stagione, appena conclusa: la notizia sembrerebbe aver colto alla sprovvista anche gli sceneggiatori, che avevano addirittura previsto, nella settima stagione, di mostrare l’incontro tra Max e sua madre – più volte nominata durante la serie, ma mai realmente apparsa – interpretata niente di meno che da Cher.

2broke_cher

A serie finita, possiamo trarre le somme delle sei stagioni, cercando di ricostruire l’ascesa delle due giovani imprenditrici del cupcake, nate dalla mentre creativa di Whitney Cummings. Le due ragazze si incontrano all’inizio della prima stagione: Caroline è una specie di parodia di Paris Hilton, bionda, viziata ed egocentrica, Max – invece – è un personaggio assolutamente al di fuori dagli schermi. Con la battuta sempre pronta e nessun interesse per la morale comune, la bruna della coppia non fa mistero del suo passato burrascoso, della sua sessualità intraprendente e della sua dipendenza da alcol e varie altre sostanze stupefacenti. Lo Ying e lo Yang della femminilità, però, instaurano subito una solida amicizia, vincendo ogni differenza di classe sociale e di aspirazioni, coltivata tra i tavoli del Williamsburg Diner di Brooklyn, dove lavorano entrambe come cameriere. Addirittura, la – tutto sommato – positiva Caroline riesce, nel corso delle puntate, a trascinare Max in un dolce sogno imprenditoriale: prima con i “Cupcake fatti in casa di Max” – che permettono alle due di incontrare Martha Stewart – e poi con il “Dessert bar“, le due realizzano una piccola vittoria nella corsa tutta americana del self made man (o girl, in questo caso).

2BG Martha Stewart

Parallelamente alla loro realizzazione professionale, i due personaggi rincorrono il sogno di un amore romantico, cadendo più volte nella trappola di Cupido. Assistiamo, dunque, nel corso del tempo, alla storia d’amore tra Max e Randy (Ed Quinn), dopo la parentesi con Deke-Eric André, incontrato in un corso di pasticceria. Tra Max e il bell’avvocato di Los Angeles, però, la faccenda si fa seria, arrivando a spezzare il cuore della bella cameriera. Caroline, dal canto suo, vive diverse storielle d’amore, in cui lei – bella che non balla – si districa in maniera impacciata, mettendo a dura prova la pazienza dei suoi fidanzati. Alla fine, la bionda ex ereditiera troverà l’amore in Bobby (Christopher Gorham).

Attorno alle due protagoniste, si muove un ricco gruppo di personaggi secondari, talmente ben caratterizzati da prendere sempre più spazio nel cuore dei fan. Da un lato c’è la pittoresca Sophie (Jennifer Coolidge) che, con un pesante accento polacco, si inserisce rapidamente nella vita delle due ragazze, dall’altro il cuoco Oleg ( Jonathan Kite ), ucraino con la passione per il porno e… poco altro. A far loro compagnia, il proprietario del Williamsburg Diner, il piccolo (di statura) coreano Han (Matthew Moy) e il suo cassiere Earl (Garrett Morris), ultimo e malandato residuo dell’età dell’oro, gli anni Settanta di New York. Poste queste basi, gli autori si sono potuti divertire a lungo con personaggi abbastanza forti da non richiedere particolari sforzi creativi. Come ogni buona sit-com, 2 Broke Girls non vive tanto di trama, quanto di una scrittura brillante, in cui non passa un minuto senza una battuta o un gioco di parole. L’ambientazione contemporanea permette, inoltre, di giocare molto con riferimenti alla cronaca recente, citando – sempre con tono tagliente – personaggi e situazioni note al grande pubblico.

2 Broke Girls GIF - Find & Share on GIPHY

Una sit-com gustosa, come i dolcetti al centro della storia, ma che – probabilmente – non sarebbe potuta sopravvivere più di un’altra stagione. Nel season finale, gli autori si sono preoccupati di chiudere qualche cerchio, lasciando – tuttavia – alcune porte aperte, just in case. In ogni caso, lasciamo le ragazze sconfitte nella loro scalata al successo, in virtù di una più canonica mèta romantica, ma – d’altra parte – è una regola di Hollywood: gli uomini preferiscono le bionde, ma sposano le brune.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui