Cabtutela.it

Corso Italia si prepara a cambiare look. Una pista ciclabile, ristrutturazione di alcuni edifici storici e creazione di aiuole per nuovi alberi: sono queste le novità delle quali si è discusso stamattina. L’assessore ai Lavori pubblici del Comune di Bari, Giuseppe Galasso, ha incontrato i dirigenti di FAL – Ferrovie Appulo Lucane – per confrontarsi sul progetto di valorizzazione di locali e immobili commerciali, di proprietà dell’azienda di trasporti, presenti su corso Italia con affaccio su strada. La prevista riqualificazione interesserà anche il marciapiede antistante con un’ipotesi di ridisegno. Comune e azienda di trasporto stanno valutando la possibilità di realizzare contestualmente sia una pista ciclabile bidirezionale, larga 2.50 metri, sia una regolarizzazione delle corsie di marcia, una preferenziale per gli autobus e l’altra per le auto. Nell’ambito dell’intervento è prevista anche la creazione di aiuole in cui piantare nuovi alberi.

 “L’incontro è stato utile per definire alcuni dettagli significativi di questo progetto – commenta Giuseppe Galasso – che darà nuova veste e nuova qualità urbana a una strada importante del centro cittadino. Corso Italia di domani sarà una strada alberata, con più ampi marciapiedi su cui si affacciano attività commerciali in modo da favorire la vitalità e il passaggio di persone. Stiamo mettendo a punto anche gli ultimi dettagli relativi alla localizzazione di un tratto di pista ciclabile che consentirà di raggiungere facilmente la velostazione presente. Inoltre stiamo valutando la possibilità che la pista possa essere prolungata con un successivo intervento dell’amministrazione comunale in modo da attraversare il sottopassaggio di via Quintino Sella”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

2 COMMENTI

  1. Ennesima cagata…ma le piste ciclabili come le colleghiamo. .Le fanno come funghi ..iniziano dal nulla e finiscono nel nulla

  2. Ma i residenti dove devono parcheggiare?????
    Tra il cinema la velostazione e i parcheggi fasulli per i disabili tutto cio’ ha reso invivibile la nostra vita….a meno che ci forniscano i box privati di galasso e decaro a titolo gratuito
    Perché anche pagando il pass dei residenti passiamo ora a trovare parcheggio a qualsiasi ora del giorno.

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui