Cabtutela.it
acipocket.it
ferrovieappulolucane.it

Il Team Altamura festeggia la promozione nella Serie D di calcio. Grazie al pareggio a reti inviolate sul campo del San Giorgio, la squadra biancorossa ha conquistato il pass per il massimo campionato dilettantistico nazionale, in virtù del successo per 2-0 nel match d’andata, firmato da Di Senso e Rana. Il più dolce degli 0-0, dunque, quello di San Giorgio a Cremano (Napoli), che fa il paio con quello casalingo con l’Acireale, nella semifinale di ritorno dei play-off nazionali. Anche in quel caso il Team Altamura aveva costruito la qualificazione all’andata, vincendo per 2-1 al Tupparello di Acireale con i gol di Sisalli e Del Core.

A premiare gli uomini di Luigi Panarelli, dunque, è stata soprattutto la capacità di concedere poco o nulla agli avversari di turno. Già nel campionato pugliese di Eccellenza, infatti, il Team Altamura – terzo alle spalle di Audace Cerignola e Bitonto – si era distinto per la difesa meno battuta (18 reti in 30 partite). E dopo il grande spavento con il Casarano, nella semifinale regionale dei play-off, terminata 2-2, aveva conquistato l’accesso alla fase nazionale battendo in finale per 1-0 il Bitonto, secondo al termine della regular season.

L’ultima squadra locale a disputare il campionato di serie D era stata la Fortis Murgia, nella stagione 2010-2011. La storica U.S. Altamura aveva disputato per l’ultima volta il campionato interregionale nella stagione 2001-2002. Il Team Altamura era invece approdato ai play-off nazionali anche nella passata stagione, ma era stato battuto in semifinale dai lucani del Real Metapontino, sia in casa, sia in trasferta. Ieri, finalmente, il meritato premio alla costanza del club biancorosso, che quest’anno aveva già alzato al cielo la Coppa Italia regionale di Eccellenza. E la città è impazzita di gioia: migliaia di persone hanno festeggiato fino a notte inoltrata con bandiere, cori, fumogeni e fuochi d’artificio.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui