Prosegue la trasformazione di una porzione della ex Manifattura Tabacchi che entro un anno ospiterà “Porta Futuro 2” e una sezione dell’arma dei carabinieri. L’edificio storico del quartiere Libertà è al centro di interventi finanziati dalla Regione con circa 5 milioni di euro (Apq 2007-2013) tra il piano terra e il primo piano, per una superficie complessiva di 2.700 mq.

Questa mattina il sopralluogo del sindaco Antonio Decaro, e degli assessori Giuseppe Galasso e Paola Romano. Sono entrati nel cantiere per constatare l’avanzamento dei lavori: come mostra il video, i muri sono stati rinforzati attraverso l’inserimento di canule per l’aggiunta di malta, con nuovi assi in legno, rimozione preventiva della tettoia e apertura di nuovi varchi d’accesso. A rallentare le operazioni di ristrutturazione è l’assorbimento della malta fatta colare dagli operai all’interno delle pareti con una quantità di quella stimata.

 “Si prevede che entro la fine del 2018 i lavori saranno terminati, con qualche mese di ritardo rispetto al contratto annuale”, spiega nel video Giuseppe Galasso, assessore ai Lavori pubblici. Porta Futuro 2 è il progetto comunale che fornirà alle aziende start up gli strumenti per affermarsi nel mondo delle imprese.

I dettagli

Il progetto prevede che al piano terra siano dislocate le funzioni più prossime all’utenza generica nonché a servizio della struttura anche in previsione dell’insediamento del CNR. L’info point, invece, si occuperà dell’accoglienza e della profilazione degli utenti interessati attraverso piattaforme informatiche analoghe a quelle di Porta Futuro 1 e fornirà tutte le informazioni relative alle opportunità da cogliere nell’ambito dello start up di impresa e dell’innovazione. Sempre al piano terra troverà spazio un Fab Lab dove 15 persone, adeguatamente formate e specializzate, potranno utilizzare le strumentazioni di stampa e artigianato digitale in 3D.

Nel retro dello spazio di accoglienza sorgerà l’atelier di innovazione, un luogo interamente dedicato al sostegno allo start-up e alla consulenza specialistica che favorirà la cooperazione tra giovani interessati a sviluppare le proprie idee in ambienti collaborativi.

Al primo piano invece saranno insediate le funzioni di incubazione di impresa: uffici direzionali, sala meeting, spazi per le start up, uffici per gli investitori, un punto ristoro e laboratori di contaminazione e socializzazione oltre che vani servizi e sala server. L’intero immobile sarà cablato, videosorvegliato e dotato di impiantistica di allarme.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
SEI UN UTENTE PROFESSIONAL?
SCOPRI LE OFFERTE VODAFONE SU MISURA PER TE
La compilazione del form autorizza il trattamento dei dati inseriti per finalità di contatto commerciale (Regolamento (UE) 2016/679)
TEL. P.I.

caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here