Cabtutela.it
acipocket.it

Oltre 5 chili di piante di marijuana, altri 3 chili di droga già pronta per essere venduta, 850 euro in contanti, 72 bulbi di sostanza stupefacente pronti per la coltivazione, 13 portalampade, 12 lampade, 1 bilancino di precisione, 2 termostati, 1 ventilatore, 1 sacco di concime, una confezione di insetticida biologico, una confezione di fertilizzante e una matassa di cavo elettrico per l’impianto di coltivazione.
Sono questi i numeri di un sequestro effettuato dai finanzieri di Bari a Bitonto.
Complessivamente lo stupefacente sequestrato avrebbe consentito di immettere sul mercato ben 15.000 dosi, il cui “smercio” avrebbe fruttato illeciti guadagni pari a circa 150mila euro.
La droga e tutto il materiale utilizzato per la coltivazione è stata individuata dai “Baschi Verdi” occultata all’interno di due serre, nascoste sotto alcune botole cui si accedeva dopo aver percorso una serie di passaggi ricavati nei sotterranei di un edificio in costruzione, in località Mariotto nel comune di Bitonto.
Al momento dell’accesso alle serre la coltivazione si presentava in piena produttività e dotata di ogni sorta di comfort utile a rendere l’habitat perfetto per la rapida crescita delle piante di stupefacente. Nel corso dell’ operazione sono state arrestate due persone: un 36enne e un 33enne di Altamura.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui