I saldi partiranno ufficialmente il 5 gennaio, ma come ogni anno i negozi hanno già cominciato le svendite alle casse o le promozioni per “i clienti affezionati”: un fuori tutto tra il 30 e il 50 per cento che sta già portando diverse persone per le vie del centro, per le periferie e negli ipermercati alla ricerca dell’occasione.
Oggi i saldi sono partiti ufficialmente in Basilicata, cui seguirà la Valle D’Aosta il 3 gennaio. In tutte le altre regioni, le vendite di fine stagione scatteranno venerdì 5 gennaio, con l’esclusione della Sicilia che inizierà per ultima sabato 6 gennaio, in coincidenza con l’Epifania.
Secondo  Confesercenti, un consumatore su due ha già in programma acquisti, con un budget medio di 150 euro a persona. Ma soprattutto “quest’anno gli sconti di partenza saranno più alti della media”, afferma il presidente di Fismo Confesercenti, Roberto Manzoni. Il 56% parte con uno sconto del 30%, gli altri con promozioni ancora più alte. ”I saldi invernali somiglieranno un black friday ‘sotto casa’, solo più accessibile e di maggiore durata”, sostiene la federazione dei negozi di abbigliamento.

L\'articolo continua sotto alla pubblicità Storia d'Italia

A Bari sono comunque già cominciati anche i controlli per fermare coloro che pubblicizzano le svendite prima del tempo, macchiandosi di “concorrenza sleale”.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
SEI UN UTENTE PROFESSIONAL?
SCOPRI LE OFFERTE VODAFONE SU MISURA PER TE
La compilazione del form autorizza il trattamento dei dati inseriti per finalità di contatto commerciale (Regolamento (UE) 2016/679)
TEL. P.I.

caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here