Cabtutela.it
Aproli

I 10 parlamentari pugliesi uscenti del Movimento5Stelle dovranno sudare per riuscire a guadagnare nuovamente un posto nelle liste bloccate del proprio partito alle elezioni politiche di marzo.  Mercoledì scorso alle 17 è scaduto il termine per presentare la propria candidatura, ma sono centinaia i pugliesi che si sono fatti avanti, desiderosi di affrontare la prova delle “parlamentarie”, le primarie on line dalle quali usciranno le liste dei pentastellati.

Per i sei deputati uscenti (Pino D’Ambrosio, Giuseppe L’Abbate, Diego De Lorenzis, Giuseppe Brescia, Emanuele Scagliusi,Francesco Cariello) e i 4 senatori (Maurizio Buccarella, Alfonso Ciampolillo, Daniela Donno e Barbara Lezzi), quindi ci sarà da “lottare” per poter essere riconfermati e ambire ad un secondo e ultimo mandato, come da regolamento interno.

Tra chi ambisce ad entrare in parlamento non ci sono consiglieri regionali o comunali, perché è vietato a chi ricopre già un incarico pubblico di candidarsi per un’altra poltrona. Però, i pugliesi che aspirano a poter dirla la loro in Senato o alla Camera dei deputati tra le fila del Movimento5Stelle sono alcune centinaia.

Da mercoledì pomeriggio, quindi, tutto sembra essere pronto per l’avvio del nuovo “casting” in Rete dei nuovi deputati e senatori pentastellati. In circa due settimane le votazioni dovrebbero essere concluse: il 19 gennaio lo squadrone elettorale cinquestelle si riunirà a Pescara per la convention che darà il via alla campagna elettorale”. A quanto si apprende, la maggior parte dei parlamentari uscenti si sarebbero ricandidati, accogliendo l’appello lanciato da Luigi Di Maio, tra di loro anche i 10 pugliesi. “Ho chiesto di chiedere la riconferma del mio operato di questi ultimi 5 anni per continuare le battaglie sui temi che ci hanno contraddistinto”, scrive sulla sua pagina facebook Giuseppe L’Abbate. “Mi ricandido alla Camera dei deputati – gli fa eco Giuseppe Brescia – rieccoci, al pari di ogni cittadino iscritto e certificato al Movimento5Stelle, ho avuto la possibilità di candidarmi a ricoprire il ruolo di portavoce e ho deciso di accettare questa responsabilità. Nel 2012 eravamo poche centinaia di persone per circoscrizione, oggi siamo migliaia pronti a metterci a disposizione e questa possibilità a delle persone comuni la dà solo ed esclusivamente il M5S”. Tra gli uscenti che si ripresentano anche Giuseppe D’Ambrosio e Emanuele Scagliusi, come da loro stessi annunciato su facebook con messaggi e video.

Tra le novità, invece, c’è il barese Pierfelice Zazzera, deputato con l’Idv nella legislatura 2008-2013 medico di Monopoli. “Sono un simpatizzante M5s e dopo l’esperienza politica in Parlamento ho votato M5s. Ho frequentato il meet up della mia città che mi ha proposto di candidarmi ma non è stato tecnicamente possibile”, ha spiegato l’ex deputato.

 


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui