Cabtutela.it
acipocket.it
agricoladiniso.it

E’ scaduto alle 20 il termine per presentare le liste e i candidati per le prossime elezioni del 4 marzo. In Puglia non sono mancate le polemiche e le sorprese, come la presenza di Domenico Scilipoti tra le fila di Forza Italia.

Il Movimento5Stelle

Il direttore di un carcere, un attivista antimafia, un ispettore del lavoro, un avvocato e una giornalista spiccano, come professioni, tra le scelte del Movimento 5 Stelle nei collegi uninominali in Puglia. Dopo le liste dei collegi plurinominali, presentati lo scorso 22 gennaio, sono oggi state rese note le liste dell’uninominale presentate in Corte d’Appello a Bari nella giornata di ieri. Al Senato nell’uninominale il Movimento sarà rappresentato (Puglia 2, Altamura) da Anna Bruna Piarulli, direttrice della casa circondariale di Trani; a Bari (Puglia 1) dallo storico attivista Gianmauro Dell’Olio. Negli altri collegi senatoriali ci sono (Puglia 3, Andria) Ruggiero Quarto; (Puglia 4, Brindisi) Pasqua l’Abbate; (Puglia 5, Lecce) Iunio Valerio Romano, coordinatore aree vigilanza ordinaria Ispettorato del lavoro; (Puglia 6, Nardò) Barbara Lezzi; (Puglia 7, Taranto) Mario Turco; (Puglia 8, Foggia) Marco Pellegrini. Alla Camera (16 seggi) i cinque stelle nell’uninominale saranno rappresentati da Paolo Lattanzio (Puglia 1, Bari Libertà – Marconi) creatore della web radio antimafia “Kreattiva”; da Francesca Anna Ruggiero (Puglia 2, Bari – Bitonto); Francesca Galizia (Puglia3, Molfetta); Giuseppe D’Ambrosio (Puglia 4, Andria); Angiola Nunzio (Puglia 5, Altamura); Emanuele Scagliusi (Puglia 6, Monopoli); Michele Nitti (Puglia 7, Lecce); Soave Alemanno (Puglia 8, Nardò); Nadia Aprile (Puglia 9, Casarano); Rosalba De Giorgi, giornalista (Puglia 10, Taranto); Gianpaolo Cassese (Puglia 11, Martina Franca); l’avvocato Giovanni Luca Aresta (Puglia 12, Francavilla Fontana); Anna Macina (Puglia 13, Brindisi); Carla Giuliano (Puglia 14, San Severo); Antonio Tasso (Puglia 15, Cerignola) e da Rosa Menga (Puglia 16, Foggia)

Forza Italia

Forza Italia in Puglia ha candidato anche Domenico Scilipoti. Il senatore forzista noto per aver salvato dalla sfiducia il presidente Silvio Berlusconi nel 2010, correrà nel plurinominale, al quarto posto, nel collegio di Foggia. Il partito ha concluso oggi pomeriggio (alle 16) le operazioni di deposito delle liste. Nei collegi sono state confermate molte delle indiscrezioni circolate nei giorni scorsi, ad iniziare dalla candidatura alla Camera (Foggia) nel plurinominale dell’ex Miss Molise, Anna Elsa Tartaglione. Nelle liste hanno trovato spazio anche deputati uscenti ed in particolare nell’uninominale alla Camera Rocco Palese (Casarano) e l’ex sottosegretario al Lavoro, Massimo Cassano (Bari-Bitonto), nel plurinominale sempre alla Camera come capilista Francesco Paolo Sisto (Bari) e Elvira Savino (Lecce-Francavilla Fontana). Queste le altre candidature nell’uninominale alla Camera: il coordinatore provinciale Antonio Andrisano (Francavilla Fontana), Stefania Fornaro (Taranto), Ida Roselli (Bari Centro), Giandiego Gatta (Cerignola-Manfredonia) e Micaela Di Donna (Foggia). Al Senato, sempre nell’uninominale, sono candidati il coordinatore regionale Luigi Vitali (Lecce-Francavilla Fontana), Tommaso Scatigna (Brindisi-Monopoli), Maria Fracavilla (Taranto), Sergio Silvestris (Andria) e Carmela Minuto (Altamura). Tra i capilista dei listini nel proporzionale ci sono inoltre alla Camera Mauro D’Attis (Brindisi-Monopoli) ed al Senato l’europarlamentare Licia Ronzulli (Puglia 2) oltre a Luigi Vitali (Puglia 1).

Noi con l’Italia

Raffaele Fitto, capo politico di Noi con l’Italia , a quanto si apprende, sarà candidato capolista alla Camera in Puglia nei collegi: 1 Bari, collegio 2 Lecce e collegio 3 Taranto-Brindisi. Dietro Fitto, c’è Gabriella Carlucci al plurinominale della Camera, al terzo posto anche il consigliere regionale Ignazio Zullo. Al senato al plurinominale capilista sono Esterina Bonafede e Antonio Raone, il barese Antonio Distaso è al secondo posto dietro Bonafede. Agli uninominali ci sono Gianfranco Chiarelli, Luigi Perrone, Francesco Ventola, Vittorio Zizza, Angelo Cera e Luciano Cariddi(unico al Senato).

Il Pd

Il Partito democratico ha sfornato le liste per le prossime elezioni del 4 marzo. Tra riconferme ed esclusi eccellenti, alla fine l’elenco dei candidati a Camera e Senato è stato reso ufficiale e pubblicato anche sulla pagina web del Pd, oltre ad essere stato presentato dallo stesso Matteo Renzi in un post su Facebook. “Abbiamo messo in campo la squadra più forte – scrive il segretario del partito –  Abbiamo idee vincenti e convincenti”. I malumori per la compilazione delle liste non sono mancati. A Taranto forte è stata la ribellione per la presenza di candidati baresi nella provincia ionica, così come non è mancato il disappunto per i grandi esclusi. Primo tra tutti Nicola Latorre, ex senatore, originario di Fasano. Marco Lacarra, attuale segretario del Pd Puglia, corre sia nel listino bloccato come prima scelta per Bari – Altamura, sia nel collegio uninominale di Bari (Libertà e Marconi). Primo anche Francesco Boccia nel listino di Lecce – Casarano e Nardò, Ubaldo Pagano si ritrova nel listino di Taranto – Brindisi e Monopoli, primo a Lecce – Brindisi e Taranto Dario Stefano mentre l’ex parlamentare Dario Ginefra, da poco diventato papà, è al secondo posto  nel listino di Bari – Foggia – Andria dopo Assuntela Messina, presidente del Pd Puglia, unica donna capolista per il Pd Puglia.  Riconferme anche nei collegi uninominali: per la Camera ricompaiono Liliana Ventricelli, Sergio Blasi, Filippo Caracciolo, Francesco Spina; per il Senato Elena Gentile, Fabiano Amati, Teresa Bellanova e Dario Stefano.

La battaglia nel centrosinistra

In Puglia il centrosinistra gioca la sua partita per conquistare seggi in Parlamento schierando big della politica, esponenti del governo uscente e professionisti. In particolare, nello scontro fratricida tra Partito democratico e Liberi e Uguali, gli occhi sono tutti puntati sulla sfida in cui si affronteranno in Salento, per uno scranno in Senato, l’ex premier Massimo D’Alema (LeU) e l’attuale viceministro allo Sviluppo economico, Teresa Bellanova (Pd). Quest’ultima è candidata nell’unimoninale in Puglia mentre ha il secondo posto nel plurinominale in Emilia Romagna. D’Alema, invece, giocherà le sue carte tutte in Puglia, sia nell’uninominale sia da capolista al plurinominale. A Bari sarà invece l’avvocato penalista Michele Laforgia, new entry che ha scelto LeU per il suo battesimo in politica, il contraltare che il partito di Grasso ha schierato alla Camera per contrastare il segretario del Pd Puglia e consigliere regionale renziano Marco Lacarra: entrambi si confronteranno nel plurinominale da capolista e nell’uninominale.

C’è attesa anche per il risultato che riuscirà a ottenere il capolista alla Camera a Taranto per il Pd, il barese Ubaldo Pagano, la cui scelta ha scatenato le polemiche di alcuni democratici tarantini che non si sentono rappresentati da un uomo che non appartiene al territorio, e che per protesta hanno occupato la sede del Pd nel capoluogo ionico. Pagano, però, è un uomo del governatore pugliese e leader di Fronte democratico, Michele Emiliano, che in regione ha fatto il pieno ottenendo tre capolista, due alla Camera e uno al Senato. Oltre a Pagano, infatti, in quota Emiliano ci sono l’attuale presidente della Commissione Bilancio alla Camera, Francesco Boccia, capolista al plurinominale in Salento; e la presidente del Pd Puglia, Assuntela Messina, capolista al Senato (Bari, Foggia e Andria). In campo, al primo posto del plurinominale alla Camera, anche il parlamentare democratico uscente Michele Bordo, in quota Orlando. Mentre un altro big che il Pd schiera al Senato, da capolista e in quota Renzi, è Dario Stefano, già presidente della Giunta per le autorizzazioni a procedere di Palazzo Madama. Anche LeU, infine, fa spazio con un posto da capolista al Senato alla parlamentare uscente Annalisa Pannarale, che ha percorso gran parte della sua avventura politica con l’ex governatore pugliese Nichi Vendola.

Lega Nord

Anche la Lega ha concluso, nella coalizione di centrodestra che corre in Puglia alle politiche, la presentazione delle candidature e delle liste. Confermate le indiscrezioni iniziali con la candidatura del coordinatore regionale Rossano Sasso, del consigliere regionale Andrea Caroppo e degli ex deputati (del Popolo delle Libertà) Roberto Marti e Nuccio Altieri. Queste in dettaglio le candidature nei collegi uninominali. Alla Camera: (Puglia 5 Bari-Altamura) Rossano Sasso; (Puglia 6 Monopoli) Nuccio Altieri; (Puglia 8 Nardò) Andrea Caroppo. Nei collegi plurinominali alla Camera la Lega ha presentato (Puglia 1 BAri) Rossano Sasso, Anna Rita Tateo, Giovanni Battista Riviello, Maria Montanaro; (Puglia 2 Lecce) Sasso, Tateo, Salvatore Di Mattina, Rosa Testino; (Puglia 3 Brindisi – Taranto) Tateo, Paolo TAurino, Angela Pennetti, Angelo Gianfrante; (Puglia 4 Foggia – Bat) il consigliere provinciale foggiano Joseph Splendido, Patrizia Melchiorre, Antonio Campana, Tateo. Al Senato: (Puglia 1) ex deputata della Lega Nord Erika Stefani, Roberto Marti, Antonella Lella, Benedetto Miscioscia; (Puglia 2) Marti, Lella, Antonio Scianaro e Isa di Bari.

Fratelli d’Italia

Spicca il nome di Daniela Santanché, ex deputata di Alleanza Nazionale, nelle liste presentate in Puglia da Fratelli d’Italia. Correrà nel plurinominale come capolista nel collegio Puglia 2. Con lei, al secondo posto nel listino, ci sarà l’ex sindaco di Lecce, Paolo Perrone, che ha accettato la sfida con il partito di Giorgia Meloni, lasciando l’esperienza del movimento di Raffaele Fitto. Il coordinatore regionale di FdI, Marcello Gemmato, è presente come capolista in tutti e 4 i collegi plurinominali alla Camera. Queste in dettaglio le candidature nel plurinominale alla Camera: (Puglia 1) Marcello Gemmato, Annamaria Caprio, Pietro Ciccimarra, Virginia Ambruosi; (Puglia 2) Gemmato, Maria Rosaria Tucci, Pierpaolo Signore, Ivana Vallone; (Puglia 03) Gemmato, Grazia Neglia, Nicola Ricci, Valeria Rotolo; (Puglia 04) Gemmato, Stella Mele, Raimondo Lima, Anna Marta Patruno. Al Senato sempre nel plurinominale: (Puglia 1) il consigliere comunale di Bari, Filippo Melchiorre, Vita Maria Nocco, Gianvito Casarella, Anna Lamedica; (Puglia2) Daniela Garnero Santanché, Paolo Perrone, Antonietta Manghisi, Christian Continelli. Nell’uninominale Filippo Melchiorre (Senato Bari), il consigliere regionale Saverio Congedo (Camera Lecce) e Antonella Spezzati (Senato Foggia)

Potere al Popolo

Potere al popolo presenta capolista Eleonora Forenza al plurinominale, mentre Jarban Bassem all’uninominale per la Camera; al Senato Franco De Mario capolista al plurinominale e Michele Bellomo all’uninominale.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui