Cabtutela.it
aqp.it
ferrovieappulolucane.it

Scoperta una truffa nel settore della produzione dell’aceto balsamico di Modena perpetrata mediante l’illecito impiego di ingenti quantitativi di mosti di uve da tavola a basso prezzo.
L’attività, condotta in collaborazione con i funzionari del Dipartimento dell’ispettorato Centrale della tutela della Qualità e Repressione Frodi dei prodotti agroalimentari di Bari, si è conclusa con il sequestro di oltre 13 mila e 500 ettolitri di mosto di uve da tavola pronti per essere trasformati in aceto balsamico di Modena.
Il risultato è stato conseguito a seguito di meticolose investigazioni che hanno portato alla scoperta di un deposito abusivo di mosto di uve da tavola, quantificato in oltre 7 mila ettolitri, detenuto completamente “in nero” in una vecchia cantina in disuso nella zona industriale di Rutigliano dalla quale, in piena notte, uscivano autocisterne cariche di prodotto con destinazione una cantina vinicola di una società di Cerignola (FG) deputata alla produzione in frode dell’aceto balsamico di Modena.
Tre imprenditori sono stati denunciati per truffa aggravata, frode in commercio e contraffazione della denominazione di origine dei prodotti agroalimentari. Al titolare del deposito abusivo è stata contestata una sanzione pecuniaria prevista dalla normativa di settore pari a 90 euro per ettolitro di prodotto non giustificato da alcuna documentazione, per un totale di oltre un milione e 200mila euro.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui