Cabtutela.it
acipocket.it

“Noi facciamo un appello al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella perché sia garantita una informazione equa in questa campagna elettorale che così non è una campagna elettorale ad armi pari”. Lo ha detto a Foggia Luigi Di Maio, candidato del Movimento Cinque Stelle alle prossime elezioni. “Se si raccontano fake news sul movimento e si celebrano le dichiarazioni dei leader delle forze politiche degli altri partiti – aggiunge Di Maio – non siamo ad armi pari e non ci stiamo a fare una campagna in cui il servizio pubblico è schierato dalla parte dei partiti che hanno governato o governano l’Italia”.

All’incontro, organizzato nell’Auditorium Amgas, hanno partecipato anche i candidati del M5S alla Camera dei Deputati e al Senato dei collegi uninominali del territorio foggiano Bruna Piarulli, Carla Giuliano, Marco Pellegrini, Rosa Menga e Antonio Tasso, presentati dalle consigliere regionali Antonella Laricchia e Rosa Barone.

Nel suo intervento Di Maio si è soffermato sul programma del M5S. “Sono qui – ha detto – per  raccontarvi quello che vogliamo fare al Governo del Paese. Siamo gli unici ad avere un programma certo e un candidato Premier. Vogliamo realizzare un programma che permetta ai cittadini italiani di stare meglio e di averne una chiara percezione – ha continuato Di Maio – e per farlo bisogna intervenire sui fondamentali: sanità, scuola, lavoro. I soldi ci sono, basterebbe tagliare sprechi come  abbiamo cercato di fare in questi anni in Parlamento. Da tre anni grazie al M5S  non vengono più spesi soldi pubblici per  polizze assicurative che  prevedevano rimborsi per gli onorevoli punti da insetti, per viaggi per ex deputati e affitti d’oro che costavano 31 milioni di euro l’anno. 5 anni fa ci avevano detto che non si potevano tagliare le spese eppure, oggi grazie al M5S, spendiamo circa 200 milioni di euro in meno. Abbiamo presentato l’unico programma elettorale che ha tutte le coperture:  gli altri partiti dicono che i soldi non ci sono, perchè nelle coperture ci sono anche quelli che gli andremo a tagliare quando andremo al governo. A Foggia noi presentiamo candidati come Rosa Menga, ventenne laureata in medicina, Forza Italia invece ha candidato la cognata del sindaco. I cittadini sono stanchi delle parentopoli”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui