Cabtutela.it
revolution-academy.it

Ancora neve, ancora freddo sulla Puglia. E nuovi probabili disagi, dopo le difficoltà avute ieri da chi ha dovuto spostarsi su mezzi gommati, in treno e in aereo. Oggi continuerà a nevicare sulla Puglia centro-settentrionale, anche se le precipitazioni saranno moderate sul versante garganico e deboli altrove. Le temperature resteranno molto basse, mentre i venti saranno solo localmente forti dai quadranti settentrionale e mediamente in attenuazione.

La Protezione Civile ha valutato l’allerta gialla per neve e venti e monitorerà gli eventi fornendo aggiornamenti in merito all’evolversi della situazione meteo. La sala operativa della Protezione Civile sta seguendo l’evolversi della situazione che, attualmente, vede l’apertura di alcuni centri operativi comunali delle province di Foggia, Bat, Bari e Taranto per la gestione dell’emergenza neve.

Polemiche, ieri, per il divieto di circolazione fuori dai centri abitati per i mezzi pesanti (oltre le 7,5 tonnellate) firmato dai prefetti di Foggia, Bari e Brindisi. Uno stop valido fino alle 24.00 di oggi. “Si tratta di provvedimenti – evidenziano gli autotrasportatori aderenti a Confartigianato Imprese Puglia – che mettono in seria difficoltà non soltanto le imprese di autotrasporto, ma l’intera filiera logistica pugliese, in cui la mobilità delle merci è in larga parte garantita dal trasporto su gomma”

In via precauzionale alcuni comuni hanno chiuso le scuole di ogni ordine e grado: Altamura, Bitonto e Minervino Murge fra Bari e la Bat, Rignano Garganico, Cerignola, Troia, Candela, Ascoli Satriano, San Severo, Deliceto e Monte Sant’Angelo  nel Foggiano. Sulle strade più colpite si sono attivati i mezzi spargisale.

Il maltempo ha influito anche sul traffico ferroviario. Nell’elenco dei trenta treni cancellati oggi, c’è anche l’Intercity 566 da Taranto a Reggio Calabria delle 13.07 (arrivo alle 20.05). Ieri si sono registrati notevoli disagi sulle linee Bari-Roma e Lecce-Roma. Cancellati il treno 704 in partenza alle 15.55 da Bari e il 703, che sarebbe dovuto arrivare a Bari alle 14. Due treni cancellati, tanti altri giunti in ritardo a destinazione: il Roma-Lece 8303 è arrivato nel Salento quattro ore dopo l’orario previsto.

Spera di poter viaggiare con qualche disagio in meno chi preferisce l’aereo. Ieri sono stati cancellati tre voli in partenza da Bari – due diretti a Roma (ore 7 e 12) e uno a Milano Linate (18.10) – e tre da Brindisi,quelli delle 7 per Roma e delle 12.40 per Milano Linate. Tre i voli in arrivo a Bari annullati – delle 9,50 e 10.30 da Roma e delle 16.45 da Milano Linate delle 16,45, così come due che avrebbero dovuto portare i passeggeri a Brindisi, da Roma Fiumicino alle 10.35 e da Milano Linate alle 11.55.

Giornate dure anche per allevatori e agricoltori. Baby vitelli coperti con i cappottini a Noci, ma anche un taglio anticipato dei cavolfiori in provincia di Foggia, per evitare che le gelate notturne rovinassero irrimediabilmente il prodotto. In provincia di Bari grande preoccupazione per i mandorli in fiore e per le varietà di ciliegie che fioriscono in anticipo.

 


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui