Cabtutela.it
acipocket.it

Il futuro dell’umanità progredirà all’insegna dell’Internet of Things: secondo i pareri dei maggiori esperti del settore, espressi durante il Young Entrepreneur Council, sarà proprio l’IoT il grande protagonista della società. Non verranno esclusi da questa previsione i settori più svariati: dalle case alle città, tutte le componenti della nostra vita verranno investite dal digitale e dall’Internet delle cose. In realtà, qui si va ben oltre le previsioni: l’IoT, infatti, è già una realtà sia in termini di smart home che di smart city.

Internet of Things: in quali settori opera?

L’IoT è una rete fisica composta da oggetti e componenti connessi alla rete Internet, capaci di comunicare fra loro e di agire in base a ciò che gli accade intorno. Da ciò si evince quanto possa essere ampia la penetrazione dell’Internet delle cose, in qualsiasi ambito importante della nostra società. Si parte dalle case: le abitazioni sono sempre più spesso caratterizzate dalla presenza di device ed elettrodomestici interconnessi. Anche le città, però, stanno scoprendo tutto il potenziale latente dell’IoT: si parla delle smart cities, connotate dalla presenza di semafori e lampioni intelligenti. I settori nei quali l’Internet delle cose sta trovando terreno fertile, comunque, sono tantissimi: basti pensare alle attrezzature da palestra smart, dotate di dispositivi per i feedback biometrici, oppure ai sistemi di videosorveglianza, accessibili da smartphone. Fra gli altri ambiti che verranno presto coinvolti dall’IoT troviamo anche le scuole e il settore health & care.

Smart home: il futuro è adesso

Fra i comparti votati all’IoT, non potremmo non approfondire quello delle smart home: le case intelligenti, infatti, sono uno spaccato di futuro presente già oggi. Il merito va anche al web, capace di potenziarne le funzionalità dei device intelligenti: grazie alle connessioni in remoto da smartphone o da laptop, infatti, è possibile controllare molti dispositivi domestici, come la lavatrice o il frigorifero. Per questa ragione è essenziale che sia presente in casa una connessione Internet: tra i vari provider che si occupano di fornire una connessione internet Linkem è di sicuro uno dei più interessanti poiché propone dei piani senza obbligo di telefono e senza canone mensile.

Quale sarà il futuro delle case intelligenti?

Il parere dell’Osservatorio IoT del Politecnico di Milano lascia poco spazio ai dubbi: il prossimo quinquennio vivrà un autentico boom dell’Internet of Things applicato alle soluzioni domestiche. Secondo il Polimi, infatti, tale previsione viene giustificata dai dati raccolti nei 12 mesi del 2017: una vera e propria scalata delle smart home, con un tasso di crescita pari al +35%, e con un giro d’affari che ha superato il tetto dei 250 milioni di euro. Quali saranno i settori che conosceranno lo sviluppo maggiore? In primis la sicurezza della propria casa, seguita dal risparmio energetico: anche elettrodomestici come le lavatrici diventeranno sempre più smart.

 


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui