Cabtutela.it
acipocket.it
agricoladiniso.it

Ventidue agenti di Polizia locale, quattro assistenti all’infanzia, due insegnanti di scuola materna, assunti grazie allo scorrimento delle graduatorie dei concorsi sostenuti. Ventotto lavoratori sono entrati fra le risorse umane del Comune di Bari, con la firma dei contratti stipulati stamattina negli uffici della ripartizione Personale, alla presenza del vicesindaco Pierluigi Introna e del direttore della ripartizione Personale Giancarlo Partipilo.

In particolare, le assistenti all’infanzia saranno impiegate presso l’asilo nido attivato negli spazi dell’Università “Aldo Moro”, in via Celso Ulpiani, e intitolato a Paola Labriola: in questo modo potrà entrare in funzione il decimo asilo nido pubblico della città di Bari, in grado di ospitare 36 bambini dai 3 ai 36 mesi.

“Ai nuovi assunti ho voluto rivolgere gli auguri di buon lavoro da parte del sindaco e dell’amministrazione comunale – ha dichiarato Pierluigi Introna -. Presto saranno chiamati a svolgere il ruolo per cui hanno speso tanta energia nel loro percorso formativo, e di questo non possiamo che essere felici, perché l’amministrazione comunale ha bisogno di risorse fresche, nuove competenze e grande spirito di adattamento alle situazioni che si dovranno affrontare. Per reperire nuovo personale abbiamo dovuto indire concorsi puntuali, proprio al fine di selezionare le migliori professionalità sul territorio, utili a lavorare per una grande città come Bari. Il risultato odierno è anche il frutto della battaglia condotta dal sindaco Decaro nelle sue vesti di presidente di Anci, affinché il turn over del personale potesse salire da una quota del 25 per cento ad una del 100 per cento. Sono certo che i nuovi assunti sapranno fornire il loro prezioso contributo e trarre giovamento, in termini professionali e umani, dal loro nuovo impiego”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui