Cabtutela.it
acipocket.it
aqp.it

Se avete urgenza di sottoporvi ad una colonscopia meglio che vi rivolgiate ad ospedali fuori Bari, altrimenti l’alternativa è attendere l’anno prossimo. E’ quanto denuncia il Movimento5Stelle che ha provato ad effettuare una prenotazione al Policlinico e negli ospedali dell’Asl.

“Prenotare una colonscopia nella Puglia di Emiliano è una vera odissea. Negli ospedali del barese le prime date utili sono a gennaio e febbraio del 2019, un tempo infinito per gli utenti che si devono sottoporre a questo tipo di esame per capire quale sia il loro problema, nella speranza che non si tratti di un tumore. Si parla tanto di prevenzione, ma alla prova dei fatti è impossibile farla a causa della nostra sanità che fa acqua da tutte le parti”. Così il consigliere del M5S Mario Conca, che nella giornata di ieri, in seguito a numerose segnalazioni ha contattato telefonicamente i Cup del Policlinico, dell’Asl di Bari e dell’Oncologico per prenotare una colonscopia.

“I medici di famiglia spesso non selezionano nessuna priorità sulla ricetta per non assumersi responsabilità – spiega il pentastellato – gli addetti del Cup riferiscono che senza la priorità le prime date utili sono tra gennaio e febbraio e il povero utente del sistema sanitario regionale vive una vera e propria disavventura, sballottato da un numero verde ad uno fisso passando per un cellulare, al fine di ottenere un esame diagnostico in tempo utile. È questa la prevenzione a cui fa riferimento il presidente Emiliano? È evidente che l’unica alternativa rimane quella di pagare oppure di cercarsi una raccomandazione per bypassare la lista. I cittadini pugliesi – conclude – non meritano questo trattamento”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui