“Abbiamo superato ogni confine dell’accettabilità se la Ripartizione che gestisce il patrimonio immobiliare del Comune di Bari ha sede in struttura per la quale non si rinviene certificato di agibilità siamo alla frutta”. Queste le parole dei due consiglieri comunali di fratelli d’Italia, Filippo Melchiorre e Michele Caradonna.

I due consiglieri hanno appurato che  la sede che ospita la Ripartizione Patrimonio del Comune di Bari è inagibile.
“La comunicazione ricevuta da parte del Direttore della Ripartizione del patrimonio è chiara e desta notevole preoccupazione, – evidenzia il consigliere Michele Caradonna –  egli dichiara che l’immobile dove è locata la sede della ripartizione è stato realizzato con destinazione “centro civico” e non risulta essere neanche accatastato. Tra l’altro sono profondamente preoccupato soprattutto dopo aver letto la nota del ingegner Pietro Grasso che evidenzia che il documento relativo al DUVRI, documento di valutazione dei rischi, non è stato mai consegnato anche se richiesto al responsabile del Servizio di prevenzione da oltre un anno. Questa dichiarazione risuona come un allarme che evidenzia le difficoltà relative ai temi di sicurezza pubblica e di misure preventive di carattere organizzativo mediante l’utilizzazione di personale adibito al servizio di portineria e il personale addetto alla vigilanza”.

“Non si possono continuare a sottovalutare le richieste di intervento da parte dei lavoratori dipendenti del comune di Bari. I pericoli sono dietro l’angolo e intervenire dopo con rammarico o dichiarazioni di protesta non serve a nulla, è importante agire sulla risoluzione delle problematiche tempestivamente ma soprattutto preventivamente, avverbi sconosciuti a questa amministrazione” concludono i due consiglieri comunali di Fratelli d’Italia Caradonna e Melchiorre.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here