Cabtutela.it
aqp.it
ferrovieappulolucane.it

“Siamo giunti pellegrini a Bari, finestra spalancata sul vicino Oriente, portando nel cuore le nostre Chiese, i popoli che vivono situazioni di grande sofferenza. A loro diciamo: Vi siamo vicini. Questa è città dell’incontro e dell’accoglienza”, così Papa Francesco ha aperto la preghiera di pace riferendosi ai conflitti in atto e ai migranti costretti a lasciare le loro terre rischiando la vita.

Duro poi l’intervento in favore della pace: “In Medio Oriente ci sono le radici delle nostre anime. Ma in quest’area negli ultimi anni si è addensata una fitta coltre di tenebre: guerre, violenza, distruzioni, occupazioni e forme di fondamentalismo, migrazioni forzate e abbandono, nel silenzio di tanti, con la complicità di molti. Il Medio Oriente senza cristiani non sarebbe Medio Oriente”.

“Qui riposano le reliquie di San Nicola, vescovo d’Oriente, la cui venerazione – ha ricordato – solca i mari e valica i confini tra le Chiese. Il Santo taumaturgo interceda per guarire le ferite che tanti portano dentro. Qui contempliamo l’orizzonte e il mare e ci sentiamo spinti a vivere questa giornata con la mente e il cuore al Medio Oriente”. Dopo Papa Francesco i patriarchi hanno letto un loro messaggio di pace.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui