Stando ai dati statistici forniti dall’osservatorio sul gioco online (OGOL), l’indice di gradimento degli italiani per i giochi a distanza proposti dai casinò virtuali è in crescita graduale e costante.

L\'articolo continua sotto alla pubblicità

Nello specifico, aumenta l’attenzione verso le slot machine online, un segmento del mercato dei giochi online che ha tratto particolare beneficio dal progresso tecnologico. L’introduzione dei moderni dispositivi mobili ha permesso di fruire dei giochi online in qualsiasi momento, nei ritagli di tempo tra un impegno e l’altro e in qualsiasi luogo, anche in metropolitana o nelle sale di attesa. In più, le limitazioni riguardanti il settore delle slot sul territorio hanno certamente contribuito allo sviluppo del circuito virtuale.

Il gioco online in Italia: cresce la spesa degli italiani

Cresce nel 2017 la spesa in gioco online in Italia (+34%). In aumento anche i giocatori (pari al 4% della popolazione italiana maggiorenne), come anche i profitti per lo stato (+29%) generati dall’aumento delle giocate sul circuito legale e regolarizzato a sfavore di quello illegale. Continua la crescita del gioco fruibile da mobile, sia sul fronte delle iniziative (+13%) sia per quanto riguarda i volumi di gioco (+52%), un segmento trainato prevalentemente dai casinò games. La spesa in gioco online cresce anche nei mercati esteri: l’Italia resta il secondo mercato dopo il Regno Unito per la spesa relativa al gioco online.

Ma il primato nostrano si consuma nei numeri complessivi di tutto il mercato del gioco d’azzardo in Italia, quindi comprensivo anche dell’online. Stiamo parlando di ben 96 miliardi di euro di raccolta così ripartiti: slot da intrattenimento (26,3 miliardi), videolottery (23,1), giochi di carte (16), lotto (8) e pronostici sportivi (7,5), queste le voci di spesa principali seguite da bingo, scommesse virtuali, ippica, Superenalotto e altri giochi a totalizzatore, oltre che lotterie e gratta e vinci.

Slot Machine: la situazione di Bari

Il dato emblematico è però la presenza pro capite delle slot machine sul territorio: una per ogni 143 abitanti, contro i 245 della Spagna e i 261 della Germania. Interessante il lavoro sviluppato dal gruppo editoriale Gedi, una vera e propria inchiesta di Data Journalism sul gioco alle slot machine in Italia, con dati specifici per ogni comune. Da questo lavoro si può anche vedere la situazione nello specifico di Bari: gli abitanti del capoluogo Pugliese (324mila) giocano in media 794 euro l’anno per un ammontare complessivo di 257,46 milioni di euro solo nel 2016.

In città si trovano ben 1498 apparecchi di gioco, circa 4 e mezzo per ogni 1000 abitanti. In questo senso, l’amministrazione barese ha fatto poco per arginare il fenomeno, anzi, verrebbe da dire il contrario considerato che la presenza delle slot sul territorio è aumentata del 18,9% (dal 2015 al 2016). Va infine aggiunto che, nella classifica delle città con popolazione superiore ai 200 mila abitanti, Bari è decima, ma la prima tra quelle meridionali in quanto precede per giocate pro capite Catania, Napoli, Messina e Palermo.

I numeri dei casinò games

Il segmento delle slot virtuali costituisce il 60% del fatturato del mercato dei casinò online.

Nel 2017, l’ammontare della spesa degli italiani nei casinò online da mobile ha raggiunto i 233 milioni di euro, registrando un incremento del 50% su stima annuale. La statistica si riferisce anche ai tablet, ma sono gli smartphone a fare da padroni con l’84% del mercato mobile. Diminuisce il gioco da postazione fissa a favore di quello fruibile da mobile. Device mobili, applicazioni e software per giocare online sono il futuro del settore del gambling online, complice l’attento e costante lavoro delle aziende di gambling che puntano il loro business sul mobile, facendo leva sull’innegabile fatto che oggi chiunque possiede uno smartphone: attraverso il canale online si raggiungono più utenti simultaneamente. Complice il potenziamento delle connessioni a banda larga e la graduale crescita del numero di smartphone, il settore è stato interessato da uno sviluppo completo sia in termini di offerta e volumi di gioco, sia per quanto concerne il numero di utenze.

Migliora il circuito legale nazionale e cresce l’online gaming

A spiegare questa crescita inarrestabile del settore è anche l’importante opposizione al gioco irregolare. La presenza di una regolamentazione dinamica ha permesso di gettare le basi per un sano sviluppo del comparto, il quale ha assistito alla creazione di una lista nera contenente più di 6.000 piattaforme di giochi a distanza inibite dalle autorità perché non meritevoli di concessione.

Si tratta di gestori che operano nel mercato senza una regolare licenza e senza il conseguente adeguamento alle tassazioni previste. L’obiettivo degli enti preposti al controllo e al rilascio delle concessioni è quello di rendere il circuito legale del gioco a distanza più concorrenziale rispetto a quello illecito, abbattendo il margine di profitto dei gestori che operano nel circuito illegale.

Parallelamente, l’Amministrazione autonoma dei Monopoli dello Stato ha avviato una manovra di espansione del comparto attraverso l’erogazione di oltre un centinaio di nuove concessioni, permettendo l’accesso al mercato italiano dei giochi a distanza anche a nuovi gestori, nazionali ed internazionali.

Di recente, l’introduzione e l’applicazione di normative disciplinanti nuove tipologie di gioco hanno contribuito all’allargamento progressivo del mercato legale italiano, permettendo ai gestori di giochi a distanza di elaborare un’offerta in linea con quelle dei mercati esteri.

La fotografia mette in evidenza un’espansione del mercato italiano del gioco online in quasi tutti i suoi ambiti, sia sul fronte della regolamentazione e del controllo sia in termini di offerta.

La costante attenzione verso lo sviluppo dei moderni sistemi di tutela dei giocatori ha indirizzato i concessionari operanti nel circuito legale italiano verso la promozione di iniziative volte a garantire un approccio al gioco responsabile e controllato.

È fondamentale incentivare questo tipo di iniziative appoggiando i concessionari che ne promuovono l’importanza. Bisogna scegliere oculatamente le piattaforme sulle quale si decide di depositare il proprio denaro ai fini del gioco, prediligendo siti web di gestori dall’affidabilità comprovata.

Gli strumenti a tutela dell’utente

Tra le formule di tutela volte alla salvaguardia del giocatore online, oltre alle iniziative promosse da alcuni concessionari di rete in collaborazione con l’ADM (Amministrazione autonoma dei Monopoli dello Stato), esistono anche degli strumenti digitali pensati per l’utente e la sua sicurezza.

Quando si parla di tutela dei giocatori, il noto bookmaker SNAI si afferma come uno dei più impegnati a contrastare il gioco illegale. Il relazione alla sua offerta, una delle più complete del mercato del gaming online, l’operatore mette a disposizione dei suoi utenti degli strumenti di controllo molto efficaci per salvaguardare le finanze personali. Si tratta di efficaci deterrenti come i limitatori della spesa dedicata al gioco, i limitatori di deposito e diverse funzioni specifiche che consentono al gestore di monitorare il comportamento degli utenti durante i vari giochi.

Il bookmaker è in testa anche per quanto concerne la trasparenza: SNAI fornisce agli utenti delle apposite sezioni contenenti i regolamenti dei singoli giochi, le informative sulla probabilità di vincita dei singoli intrattenimenti, i suggerimenti di gioco e le regole da seguire per giocare responsabilmente, ma anche pagine dedicate ai bonus e alle promozioni che il gestore offre in relazione alle slot online, al casinò e agli altri intrattenimenti disponibili.

Infine, è doveroso precisare che le piattaforme dei concessionari di giochi online devono anche assicurare la completa aleatorietà degli intrattenimenti offerti. Per garantire la casualità nei vari giochi online, viene impiegato un software detto Random Number Generator (RNG), il quale genera una serie di numeri casuali che sono l’essenza di ogni singolo intrattenimento. Sull’affidabilità e l’integrità del programma vigila l’EVA (Ente di Verifica Accreditato), il quale svolge un’azione di controllo dei requisiti hardware e software dell’algoritmo.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

SEI UN UTENTE PROFESSIONAL?
SCOPRI LE OFFERTE VODAFONE SU MISURA PER TE
La compilazione del form autorizza il trattamento dei dati inseriti per finalità di contatto commerciale (Regolamento (UE) 2016/679)
TEL. P.I.


caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here