Cabtutela.it

Il nuovo monitoraggio dell’alga tossica relativo alla seconda quindicina di luglio non lascia scampo: la tossina è stata ancora rilevata in concentrazioni da livello rosso a San Giorgio (altezza lido Trullo). Se nella prime due settimane di luglio l’alga era presente solo sui fondali, adesso ha raggiunto le colonne d’acqua, rappresentando un vero problema per i bagnanti. Lievi concentrazioni sono invece state riscontrate a nord di Bari, da Giovinazzo a Santo Spirito – Palese. Numerosi i bagnanti che hanno segnalato disturbi, soprattutto febbre, mal di gola e una tosse anomala.

Per quanto riguarda le altre province l’unico livello rosso è stato rilevato a Torre Columena, in provincia di Taranto. Migliora invece la situazione nella zona di Torre Canne dove si passa da livello rosso a blu. Rilevata la presenza anche a Santo Stefano, Forcatella, porto Badisco, Ugento.

L’Arpa consiglia di non sostare in località rocciose durante le mareggiate: l’alga, scontrandosi con le rocce, libera la tossina nell’aria, creando quindi disturbi nei bagnanti, soprattutto anziani e bambini.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui