Da domani, venerdì 3 agosto, saranno aperte le iscrizioni presso l’asilo nido “Paola Labriola” per l’anno educativo 2018/2019.

Il nuovo nido in via Celso Ulpiani, intitolato alla psichiatra barese Paola Labriola, uccisa 5 anni fa da un paziente sul posto di lavoro, era stato inaugurato proprio due mesi dopo l’omicidio della professionista, ma mai aperto. L’Università Aldo Moro aveva cercato negli anni un modo per affidarlo in gestione, fin quando non ha trovato la collaborazione del Comune di Bari, con il quale ha stipulato un protocollo d’intesa. La struttura sarà  gestita in maniera condivisa, con l’impiego di risorse e personale dell’amministrazione comunale. Ospiterà complessivamente 24 bambini (8 fascia piccoli, 10 fascia medi e 6 fascia grandi). La metà dei posti disponibili sarà riservata ai figli dei dipendenti dell’Università degli Studi di Bari e degli studenti immatricolati presso lo stesso Ateneo. Il termine ultimo per la presentazione delle domande è fissato al prossimo 10 settembre.

“Partono le iscrizioni per un nuovo nido, il quarto dell’amministrazione Decaro – commenta soddisfatta Paola Romano – che in questi quattro anni ha portato da 7 a 11 gli spazi educativi pubblici destinati ai bambini da 0 a 3 anni. Per tutti noi è un luogo speciale, perché porta il nome di una donna e una professionista di valore che ha dedicato la propria vita al servizio pubblico e alla cura dei suoi pazienti e ci piace che un luogo di cura per i più piccoli sia intitolato proprio a lei. Inoltre, è l’esempio di un accordo virtuoso tra due istituzioni che hanno collaborato nell’interesse della propria comunità: l’Università ci ha concesso il bene gratuitamente e noi abbiamo previsto alcuni posti da riservare ai figli di studenti, professori e personale amministrativo”.

“Accogliere, proteggere: due verbi ricchi di movimento che ci aiutano a vivere la nostra Università in una maniera plurale – dichiara il rettore dell’Università “Aldo Moro” Antonio Uricchio -. Abbiamo moltiplicato le nostre energie per meglio coniugarle e investirle in un campo d’azione nuovo per noi, per l’Università di Bari, ma non per questo meno utile e socialmente responsabile, come può essere l’istituzione dell’asilo aziendale intitolato alla dott.ssa Paola Labriola, donna che coltivava, anche lei, e custodiva il benessere degli altri. Abbiamo dato inizio a qualcosa che non c’era per non “lasciare fuori” nessuno, nemmeno i figli dei dipendenti dell’Università e i figli degli studenti immatricolati nel nostro Ateneo”.

“Come marito e presidente dell’Osservatorio Paolo Labriola, a distanza di cinque anni dalla sua scomparsa, l’ingresso dei bambini nella scuola è un bel modo per ricordarla, come donna e come madre”, è il commento di Vito Calabrese.

A partire dal 3 agosto e sino al 10 settembre 2018 potranno essere effettuate esclusivamente online le iscrizioni – per l’anno educativo 2018/2019 – presso il nuovo asilo nido “Paola Labriola”, in via Celso Ulpiani 9.

Per poter procedere all’iscrizione è necessario:

–         con autenticazione spid

ovvero

–         con le credenziali rilasciate dal comune di bari (solo per gli utenti già registrati).

Gli utenti interessati a ricevere supporto nella procedura di iscrizione, potranno recarsi presso l’asilo nido “La tana del ghiro”, traversa via Laforgia 2, dal giorno 27 agosto 2018 e fino al giorno 7 settembre 2018 nei seguenti giorni e orari:

–         dal mercoledì al venerdì: ore 9.30-12.30

–         il martedì: ore 15-17

Scaduto il termine del 10 settembre 2018, il sistema non consentirà più l’accesso alla procedura.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
sfiziesapori.it

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here