Cabtutela.it
acipocket.it

Con i controlli effettuali nell’ambito di “Spiagge sicure, “nelle tre province pugliesi interessate dall’operazione, Brindisi, Lecce e Foggia, è stato elevato il numero più alto di contestazioni in Italia per illeciti amministrativi e penali, 663 per l’esattezza, con il maggior numero di controlli effettuati in particolare nel Salento”. Lo sottolineano in una nota congiunta i parlamentari pugliesi della Lega, Rossano Sasso, Anna Rita Tateo e Roberto Marti (foto de La Gazzetta di Massa e Carrara).

“Il ringraziamento alle forze dell’ordine è doveroso – sottolineano – compresi quegli operatori assunti a tempo determinato grazie alle risorse stanziate per Spiagge sicure”. “Per quest’anno – proseguono – si è trattato di un primo, piccolo inizio, con il Governo da poco insediato ma subito operativo. Il prossimo anno, con più risorse, riusciremo ad estendere a tutta la Puglia tale operazione, e quindi aumenteremo anche il numero degli operatori a disposizione per effettuare i controlli”. I parlamentari rivolgono infine un “invito ai cittadini affinché non acquistino materiale dai venditori abusivi” perché “dietro ogni abusivo c’è il guadagno per organizzazioni criminali. Nella stragrande maggioranza dei casi – concludono – è quasi superfluo sottolinearlo, gli abusivi sono immigrati, con buona pace degli affaristi e degli imprenditori dell’immigrazione, che soprattutto in provincia di Lecce, nelle ultime settimane, si erano lamentati del pugno duro di Salvini”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui