Cabtutela.it
acipocket.it

Come sarebbe stata la famosa “Marcia trionfale” se l’Aida fosse stata ambientata a New Orleans? Come sarebbe il celebre brindisi de “La Traviata” se fosse stato eseguito dagli schiavi afroamericani? Come sarebbe “Il ballo in maschera” se fosse stato composto da Duke Ellington?

Andrea Gargiulo e il suo Jazz Trio  ne daranno un’idea mercoledì 22 agosto a Bitonto nell’Istituto Sacro Cuore (via Santa Lucia Filippini, 23). A partire dalle ore 20.30, si terrà il concerto gratuito “Verdi in jazz”, terzo appuntamento del Bitonto Opera Festival, la rassegna di musica lirica curata da “La Macina – Associazione Socioculturale”.

Il maestro Andrea Gargiulo al piano, la giovane e talentuosa Elisabetta Pasquale, in arte Orelle, voce e contrabbasso, e il batterista di grande esperienza Gianlivio Liberti, eseguiranno le più belle arie delle opere verdiane, riarrangiate in chiave jazz dal leader della formazione.

«Spesso arrangio materiale che non nasce per il jazz – spiega il maestro -. Da una chiacchierata con gli organizzatori del B.O.F, è nata l’idea di rileggere completamente alcuni brani e di eseguirli con il mio trio». «Il concerto sarà una prima assoluta – continua Gargiulo -, ma già ha suscitato l’interesse di organizzatori di altre rassegne. Presto, dunque, ci saranno altre date pugliesi».

Lo spettacolo preparerà il pubblico del Bitonto Opera Festival all’evento clou della rassegna: la messa in scena de “Il Trovatore”, opera in quattro parti di Giuseppe Verdi, in programma sabato 1° settembre alle ore 21.00 presso l’Anfiteatro naturale della Masseria didattica “Lama Balice” (via Burrone, 14 – Bitonto).

Sul palco un cast internazionale di grande valore: Davide Yonghyun Ryu (Manrico), Luciana Distante (Leonora), Antonio Stragapede (Conte di Luna), Marinella Rizzo (Azucena), Anna Evietkova (Ines), Gianfranco Zuccarino (Ferrando), Jacopo Dipasquale (Ruiz) e Michele Bisceglie (vecchio zingaro). Le parti corali saranno invece affidate al Coro Lirico Giovanile “Città di Bitonto”, diretto dal maestro Anna Lacassia.

Gli artisti saranno accompagnati dall’Orchestra Nazionale russa di Udmurtia, diretta dal maestro Takayuki Yamazaki.

Grande qualità anche dietro le quinte con Carlo Antonio De Lucia, direttore del laboratorio registico e scenografico del B.O.F., e il maestro Leonardo Quadrini, responsabile artistico della manifestazione.

La regia dell’opera sarà curata da Giulia Rivetti e Vincenzo Maria Sarinelli. Prima dello spettacolo, previsto un momento conviviale con la cena “Verdi in festa”. Se si acquista solo il biglietto dell’opera il costo è di 15 euro, solo cena 20 euro, cena+opera 30 euro.

Le prevendite sono attive presso la “Libreria Raffaello”, in via Arco Galliani 3 (Bitonto), o contattando i numeri 3391175513, 3288930349, 3349907558 o 3668246998. Sarà inoltre possibile acquistare il tagliando nella serata dello spettacolo di Andrea Gargiulo Jazz Trio.

Il Bitonto Opera Festival, patrocinato dalla Regione Puglia, dal Comune di Bitonto e dal Parco delle Arti, è organizzato da “La Macina – Associazione socioculturale” e dalla “Raffaello Comunicazione”, in collaborazione con l’Associazione socioculturale “Coro lirico giovanile – Città di Bitonto”, Masseria “Lama Balice”, Fondazione Villa Giovanni XXIII – Onlus, De Pinto Group, la testata giornalistica “da Bitonto”, Gruppo Intini e Associazione Michele De Pinto “Legalità e salute”. Partner AIL Bari e FIDAS Bitonto.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui