Una delle startup del  BaLab ( spazio dell’Università di Bari dedicato a chi ha nuove idee e voglia di realizzarle) – Miracle – si è aggiudicata il secondo posto della StartCUP Puglia, (a cui quest’anno potevano accedere le  startup vincitrici del bando PIN 2018) ed ora vola a Verona per tentare di conquistare il PNI – Premio Nazionale dell’Innovazione.

La startup è costituita da due giovani laureati in Informatica e ha l’obiettivo di produrre uno specchio intelligente (hanno già un primo prototipo) che, attraverso tecniche di elaborazione di segnali e di immagini, è in grado di misurare parametri vitali come battito cardiaco e ritmo di respirazione di una persona senza necessità di sensori invasivi e sofisticati ma semplicemente analizzando l’immagine del volto riflessa nello specchio. Primo e terzo posto conquistati da altre due startup che comunque gravitano attorno al BaLab.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
sfiziesapori.it

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here